FONDI, il libro “I Fantasmi di Fondi” accolto con entusiasmo e interesse. Le storie di spettri e presenze a cura di Amedeo Cerilli, Lidia Longo e Stefania Di Benedetto

5 minuti di lettura

Il tanto atteso libro, contenente gli spettrali racconti di Fondi, è stato pubblicato. “I Fantasmi di Fondi” è stato accolto con interesse e curiosità. I social hanno anticipato la pubblicazione e la voglia di immergersi nel mistero cresce giorno dopo giorno.

Quando si parla di fantasmi – dicono i curatori Amedeo Cerilli, Lidia Longo e Stefania Di Benedettola mente evoca alcune immagini iconiche: notti buie, stradine sperdute, case o castelli abbandonati. Ad un tratto appare una figura evanescente, dai contorni indefiniti e sospesa a mezz’aria. Rimani fermo a fissarla, senza sapere cosa fare, finché è lei a sparire. O a venirti incontro. Il cuore inizia a battere a una velocità che non ritenevi possibile, la mente non ragiona più.

L’istinto ti dice che qualcosa non va: ti urla di girarti e correre finché hai fiato in corpo. Eppure, non ci riesci, resti immobile, mentre quell’essere si avvicina. Se tutto va bene, a questo punto ti svegli e ringrazi il cielo che sia stato solo un maledetto incubo.

Il problema, però, è che a volte quell’incubo continua… Ed è qui che iniziano le nostre storie! I Fantasmi di Fondi è una raccolta di storie di spettri e presenze nei luoghi più infestati della città. Racconti tramandati da generazione in generazione. Scoprirle sarà terrificante in un libro a metà tra verità e mistero”.

Diciassette i racconti contenuti nel libro di oltre 160 pagine e nella prefazione Gaetano Orticelli, presidente della Pro Loco Fondi, afferma: “Il libro contiene racconti che prendono spunto dalla tradizione orale degli anziani fondani. Sono storie da conservare nel tempo e sulle quali meditare. Attraverso di esse vedrete luoghi, ascolterete persone e vivrete eventi a dir poco inusuali.

A chi non è capitato di percepire un profumo legato ad una persona che si è conosciuta? O di avvertire un soffio di vento in una stanza chiusa? O ancora, di ascoltare una voce alle proprie spalle avendo la sensazione di essere seguiti in una strada deserta?

Per conto mio, non posso che esprimere l’apprezzamento verso gli ideatori di questo progetto. Coniugare il mistero alla Storia è stata l’idea brillante, utile non solo per la preservazione del folklore a beneficio dei posteri, ma anche per i risvolti turistici a vantaggio di tutto il territorio”.

Il libro è stato consegnato e presentato ufficialmente al sindaco di Fondi, Beniamino Maschietto e al vicesindaco assessore al turismo e cultura, Vincenzo Carnevale. Per l’occasione il curato Amedeo Cerilli ha commentato: “Abbiamo avuto il piacere di incontrare sindaco e vicesindaco di Fondi che ringraziamo per la calorosa accoglienza. Abbiamo parlato de I Fantasmi di Fondi e di Italian Ghost Story, un progetto che mira a far riscoprire, in diverse città italiane, storie e leggende di fantasmi che rischiano di essere dimenticate per sempre”.

La copertina del libro “I Fantasmi di Fondi” è stata curata da Emiliano Longo e raffigura la scalea del Palazzo Caetani con una spettrale figura femminile in abiti d’epoca che la discende.

Il libro può essere acquistato nelle librerie di Fondi e anche via web attraverso Amazon al seguente link: https://amzn.to/32AOdlW

Tante le persone che gli autori hanno voluto ringraziare per la collaborazione offerta, tutti menzionati nel libro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: