FONDI, Parco Monti Ausoni: contratto di fiume e di lago ottima opportunità

4 minuti di lettura

L’Ente Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi ha partecipato attivamente, con la presenza del direttore Lucio De Filippis, alla riunione iniziale tenuta l’altra sera presso il Comune di Fondi. Il primo incontro è stato proficuo per iniziare l’iter verso un Contratto di lago, necessario per la tutela della biodiversità e la crescita del territorio. “Ai presenti all’incontro e a tutti coloro che certamente si uniranno – ha commentato il direttore Lucio De Filippis – un ringraziamento per il contributo che metteranno anche all’interno del processo partecipativo che ci condurrà, insieme agli Enti, le Istituzioni, i Pescatori, le Associazioni di categoria e ai cittadini, alla sottoscrizione del Contratto di fiume e di lago, sostenendo sempre più una programmazione partecipata a livello comprensoriale con al centro la risorsa ‘Lago di Fondi’.”

Significativo ma ancora incompleto il gruppo di stakeholder che comunque hanno dato l’avvio al percorso da seguire. Presente Cristina Avenali, responsabile del nuovo ufficio di scopo per Piccoli Comuni e Contratti di Fiume della Regione Lazio, l’assessore all’Ambiente Fabrizio Macaro, l’assessore alle Energie rinnovabili del Comune di Monte San Biagio Luana Colabello, il dirigente del Parco Naturale Regionale dei Monti Aurunci Giuseppe Marzano, il direttore del Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi Lucio De Filippis, il funzionario del Consorzio di Bonifica Paolo Giardino. Per il gruppo iniziale di associazioni, presenti il Gruppo Scout Agesci Fondi 2, Legambiente (circolo intercomunale “Luigi Di Biasio”), Fare Verde Fondi e Plastic Free.

Il Contratto di fiume e di lago è un accordo tra soggetti che hanno responsabilità nella gestione e nell’uso delle acque, nella pianificazione del territorio e nella tutela dell’ambiente. Si tratta di uno “strumento volontario di programmazione strategica e negoziata che persegue la tutela, la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico, contribuendo allo sviluppo locale”.
È ora il momento di sensibilizzare tutti gli Enti e Istituzioni – sostiene il presidente dell’Ente Parco Monti Ausoni e Lago di Fondi Bruno Marucci – che stanno riflettendo su una opportunità unica, a far parte del Contratto per la tutela e lo sviluppo sostenibile delle risorse idriche della Piana. L’auspicio è quello di vedere presenti al prossimo incontro ancor più soggetti interessati”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: