CORI, Molecole: via al festival con Poubelle con Luca Lombardo

8 minuti di lettura

Molecole è un festival di spettacolo dal vivo alla sua prima edizione, nato dalla volontà di creare un contenitore dove possano miscelarsi arti e stili diversi, dove le proposte artistiche di qualità si possano mostrare al pubblico in tutta la loro verità e bellezza.

Nelle parole di Marianna Cozzuto, direttrice artistica di Molecole “Il Festival di Spettacolo dal vivo nasce in un momento speciale per MOBilitazioni Artistiche: nell’anno in cui compie ben 10 anni di attività. Questo decennale è iniziato con una grande sfida: la gestione del Teatro Comunale di Cori Luigi Pistilli. Molecole Festival è un biglietto da visita della nuova gestione del teatro, un invito a tenersi pronti per la riapertura totale. Durante il difficile periodo di chiusura forzata dei teatri e dei luoghi della cultura, noi artisti abbiamo dovuto trarre forza dalle piccole cose. Abbiamo dedicato una prima parte del tempo a migliorarci studiando, abbiamo immaginato nuovi progetti. Siamo partiti da letture on line, qualche esibizione sui balconi, teatro di strada. Cose semplici che sono state un seme pronto a germogliare e linfa vitale che, come le nostre molecole, ci costituiscono, ci danno forma e ci mettono in relazione”.

Il festival si svolgerà dal 30 Luglio al 1 Agosto nella splendida cornice di Piazza Sant’Oliva, a Cori (Lt) e fa parte degli appuntamenti “Restate a Cori 2021”; gli artisti sono stati selezionati in modo da coinvolgere il pubblico più variegato: il 30 luglio aprirà il festival lo spettacolo “Poubelle” con Luca Lombardo per la regia di Augusto Fornari (regista che negli ultimi anni abbiamo potuto apprezzare al cinema) adatto a grandi e piccini; sarà poi il turno di Clara Galante e Claudio Farinone in “La Polvere del Mondo” spettacolo di musica e teatro in cui si riassapora il sound del periodo post bellico mentre si svela un personaggio femminile dalla grande personalità, quello di Irene Brin.

La conclusione della tre giorni di teatro è affidata a Le PolisPapin, che divertiranno e coinvolgeranno in una lezione sull’arte di amare con grande gusto e ironia.

Venerdì 30 Luglio // ore 21:30 

Poubelle – La magia oltre ogni immaginazione  con Luca Lombardo, regia di Augusto Fornari

Poubelle, che tradotto dal francese significa “Rifiuti”, è un One Man show scritto da Luca Lombardo insieme al noto attore e regista Augusto Fornari che ne firma anche la regia. In questa versione teatrale Luca sfodera tutte le sue doti di mago, clown, trasformista fantasista, proponendo anche alcuni dei suoi numeri ammirati in vari parte del mondo.

 In questo spettacolo, come in un sogno, racconta la storia della sua vita, fatta anche di grande scelte come quella di abbandonare la carriera militare per andare a lavorare in un circo.

Spettacolo ricco di magia, trasformismo (25 cambi d’abito rapidissimi), visual comedy, è adatto per tutta la famiglia. Accattivante, dissacrante, coinvolgente, magico, poetico sono gli aggettivi che più si addicono a questo surreale spettacolo dove il pubblico è parte integrante del copione.

 Dopo averlo visto sarà difficile non “volare” con la fantasia…

Sabato 31 Luglio // ore 21:00

La polvere del mondo spettacolo di musica e teatro dedicato ad Irene Brin con Clara Galante e Claudio Farinone

Clara Galante interpreta una delle voci femminili più cosmopolite del secondo dopoguerra, Irene Brin (1914 – 1969). All’anagrafe Maria Vittoria Rossi, giornalista brillante, editorialista, traduttrice, scrittrice, intellettuale, gallerista, è icona e modello di emancipazione femminile in italia e nel mondo. Poliglotta, eccentrica, amante dell’arte, viaggiatrice colta, Irene Brin era dotata di grande cultura, ferrea disciplina, senso dell’umorismo ed eleganza. I suoi consigli sul saper vivere e sulla buona educazione, sulla moda e sull’arte che apparivano regolarmente nelle pagine di Omnibus e della Settimana Incom, divennero un appuntamento, per gli intellettuali dell’epoca.

 Clara Galante, accompagnata dalla musica di Claudio Farinone, racconta in musica un’originale biografia, il microcosmo di intelligenza e gentilezza che questa donna dal nome leggero come una piuma, incarnava molto bene.

Domenica 1 Agosto // ore 21:00 Maestre d’amore Compagnia PolisPapin uno spettacolo tratto da “Ars Amatoria” e “Remedia Amoris” di Ovidio

“Godetevi la vita”. All’insegna del più edonistico fra i moniti ha inizio l’opera di Publio Ovidio Nasone nel capitolo dedicato alle donne che tratta l’arte dell’amore. Consigli, precetti, formule, suggerimenti senza veli e senza veti rivivono nelle parole delle attrici PolisPapin in una sorta di decalogo minimo e fondamentale sull’antica e mai abbastanza conosciuta ARS AMATORIA.

Maestre d’Amore, sperimentato in prima battuta come reading a due voci, è oggi diventato uno spettacolo comico, ma raffinato dove le attrici giocano ad interpretare delle maestre, sapienti divulgatrici del Sommo Ovidio.

Uno spettacolo ironico, a tratti graffiante, volutamente ammiccante e sorprendentemente contemporaneo che parla direttamente alle spettatrici senza escludere gli spettatori: gli uni e gli altri diventano i destinatari dichiarati di questo manuale indispensabile a tutti coloro che amano.

“Maestre d’Amore” vanta una serie di canzoni e gingle appositamente creati dall’attrice e musicista Francesca Pica, tra cui “Il coccodrillo egizio” che non manca di appassionare ed incuriosire ogni singolo spettatore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: