SONNINO, domani il secondo incontro per la creazione di un biodistretto

5 minuti di lettura

Nascerà presto a Sonnino un nuovo biodistretto, che andrà ad ampliare quella rete di territori che hanno scelto, per il loro sviluppo, la vocazione del bio e della sostenibilità. Molti gli obiettivi, tra i quali, naturalmente, quello di promuovere l’agricoltura biologica, diffondere buone pratiche rurali, ambientali e sociali, tutelare la biodiversità, sviluppare l’ecoturismo culturale e gastronomico. Tutto attraverso la diffusione di un modello partecipativo dal basso, attento allo sviluppo sostenibile e alle vocazioni dei territori.

“Il biodistretto è un piccolo tassello -dichiara il sindaco Luciano De Angelische sicuramente diventerà molto grande ed importante e va ad incastrarsi nel nostro impegno per l’agroalimentare del nostro territorio, ma non solo perché prevede anche percorsi naturalistici, vicinanza alle piccole/medie imprese soprattutto quelle giovanili. Tanti sono i giovani che si stanno già impegnando per l’olivicoltura e per l’agricoltura, ma soprattutto si stanno impegnando a riprendere quei terreni abbandonati che svolgerebbero anche un ruolo importante sulla biodiversità e sul dissesto idrogeologico. Il comune di Sonnino ci tiene molto, infatti la delega anche data a un consigliere comunale specifica per l’oliolive, per l’agricoltura e per tutto quello che riguarda il nostro agroalimentare a chilometro zero ma io direi anche a metro zero, è fondamentale, va nella direzione giusta. Siamo d’accordo, noi sposiamo in pieno l’idea e sicuramente faremo in modo di spingere sempre di più alla formazione vera di questo biodistretto”.

Il primo incontro si è svolto presso la residenza del prof. Giuseppe Lattanzi, direttore tecnico scientifico del Museo Terre di Confine. L’ iniziativa gode del patrocinio della XIII Comunità dei Monti Lepini, del Comune di Sonnino, del Museo delle Terre di Confine e del Centro di Ricerche Interdisciplinari per lo Sviluppo Territoriale Sostenibile. Ospiti dell’incontro Rosa Giancola in rappresentanza dell’on. Onorato Nardacci e Marco Abordi esperto in Distretti Biologici. Hanno partecipato anche il consigliere comunale con delega Oliolive Franco De Cupis e  l’Assessore al Territorio Emiliano Del Monte che hanno sottolineato la piena disponibilità a partecipare al biodistretto.

“ Si tratterà – dichiara l’Assesore – di mettere in rete le risorse naturali, culturali, produttive di Sonnino e valorizzarle attraverso politiche locali orientate alla tutela dell’ambiente, delle tradizioni e dei prodotti locali. In questo modo gli agricoltori potranno contare su maggiori opportunità di valorizzazione e sviluppo dei loro prodotti e i cittadini, ma anche i turisti, potranno godere di un modello di sviluppo tutto centrato sulla sostenibilità. L’amministrazione comunale si assume il compito di sostenere il biodistretto anche da un punto di vista politico incentivando forme di produzione e consumo di alimenti da agricoltura biologica, e favorire lo scambio di conoscenze tra le diverse realtà istituzionali del territorio. Il Consiglio Regionale del Lazio dopo aver approvato il testo legislativo intende elaborare un regolamento attuativo e l’amministrazione vuole fare la propria parte affinché tale potenziale possa esprimersi al meglio e contribuire in maniera concreta, condivisa e nella responsabilizzazione di tutti, a dare al comparto il ruolo che merita, nel rispetto dell’ambiente”.

Il prossimo incontro è previsto per domani 12 luglio in cui verrà costituita l’associazione che vede come protagonisti imprenditori locali, cittadini e istituzioni che rappresentano il territorio.

Maria Giuseppina Campagna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: