SERMONETA, Agostini critica l’atteggiamento della maggioranza e la passività dei suoi colleghi di opposizione

3 minuti di lettura

L’ultima riunione del consiglio comunale ha dimostrato, qualora ce ne fosse il bisogno, da una parte che la maggioranza non è interessata a seguire consigli e suggerimenti che arrivano dalle altre forze politiche investite di questo incarico dai cittadini, mentre le opposizioni preferiscono ragionare su inutili formalismi o, addirittura, evitare di presentarsi in sede di una discussione così importante come può essere il tema del Bilancio, il futuro della stessa città”. Non utilizza affatto giri di parole Emanuele Agostini, esponente in consiglio comunale della lista “Sermoneta Protagonista – Nuove Idee Civiche”, con la quale fu candidato sindaco alle elezioni di un anno fa, per esprimere la propria delusione rispetto a quanto accaduto nella riunione del consiglio comunale della scorsa settimana, effettuata in videoconferenza.

Agostini ha posto l’accento su alcuni elementi emersi nel corso dell’assemblea, criticando la maggioranza per non aver minimamente tenuto conto di un suo emendamento sul bilancio: “Avrei anche considerato l’eventualità di votare a favore del Bilancio, ma non ho visto alcun interesse e nessuna disponibilità da parte della maggioranza di tenere in considerazione le mie richieste. Avevo chiesto 400mila euro, di concerto con le associazioni che mi sostengono, da destinare a famiglie, imprese e scuole, con riduzione Tari e Tosap e ampiamento della rete wifi”. Ma l’esponente di “Sermoneta Protagonista” pone questioni anche sui suoi colleghi di minoranza, considerata finta: “Questa passività non porterà lontano e mi considero particolarmente deluso dall’atteggiamento dei miei colleghi, che secondo il mio parere non stanno rispettando il mandato elettorale che gli è stato dai cittadini”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: