CISTERNA, rinegoziati 141 mutui e approvato il regolamento per la valorizzazione delle attività artigianali e commerciali nel centro storico

6 minuti di lettura

Nuova seduta di consiglio comunale a Cisterna di Latina anche questa volta a porte chiuse per l’emergenza COVID-19 ma con un nuovo e più funzionale sistema di streaming con regia che ne ha notevolmente migliorato la qualità video e audio così da registrare un considerevole numero di visualizzazioni sia attraverso il sito internet che la pagina facebook istituzionali. La seduta, come di consueto si è aperta con un confronto animato dai banchi dell’opposizione sui temi di attualità come la riapertura dell’ufficio condono, la messa in sicurezza della recinzione del cantiere cosiddetto “la buca”, lo sfalcio dell’erba e le luci nel parco San Valentino. Il dibattito ha riguardato anche le recenti dichiarazioni del sindaco sul personale dipendente dell’ente, e poi sui temi riguardanti la Cisterna Ambiente recentemente divenuta multiservizi e l’insediamento di un impianto di compostaggio nell’area industriale di Cisterna, più precisamente sull’indicazione della mole di rifiuti che andrà a smaltire.

Su questo punto l’assessore Campoli ha dichiarato che si tratterebbe di un impianto da 8mila quintali l’anno e non 30mila come taluni hanno dichiarato sulla stampa locale, come pure – sempre Campoli – ha annunciato l’imminente notifica alla proprietà del cantiere “la buca” dell’ordinanza comunale per la messa in sicurezza dell’area. Ad aprire l’esame dei punti all’ordine del giorno è stata la rinegoziazione dei mutui contratti con la Cassa Depositi e Prestiti. L’assessore al Bilancio Gildo Di Candilo, ha spiegato come l’intervento si inserisce nell’ambito del programma di rimodulazione dei finanziamenti per l’anno 2020 all’interno delle misure finalizzate a fronteggiare l’emergenza COVD-19. Sono ben 141 i mutui attivi del Comune di Cisterna che rispondono alle caratteristiche richieste dal bando della Cassa Depositi e Prestiti e che, secondo  lo studio della Società Finance Active Italia srl consentirà di ottenere considerevoli vantaggi nel breve-medio periodo ridefinendo allo stesso tempo il profilo dei pagamenti delle rate in modo più omogeneo, riducendo altresì il tasso medio dell’indebitamento complessivo. L’operazione non comporterà aumenti di spesa né di interessi futuri oltre agli attuali.

Approvati due regolamenti, il primo riguardante l’utilizzo della Sala consiliare. La sede ufficiale del Consiglio comunale, infatti, è riservata in via principale alle sedute della massima assise cittadina e, al fine di garantirne il decoro e il prestigio, può essere concessa esclusivamente nelle circostanze in cui il livello istituzionale, culturale, artistico, economico e scientifico possa qualificare positivamente l’immagine dell’ente. La gestione e organizzazione della sala competono alla Presidenza del Consiglio comunale. L’altro regolamento invece ha riguardato la valorizzazione delle attività artigianali e commerciali nel centro storico di Cisterna. Ad illustrare il punto l’assessore Campoli e successivamente i consiglieri Mauro Contarino e Marco Mazzoli. L’intento è quello di  dare impulso al recupero e valorizzazione dei locali dismessi nel centro storico, per trasformarli in locali commerciali con le deroghe previste dalla normativa trattandosi, appunto, di manufatti storici. La ristrutturazione porterebbe lustro, qualità e decoro all’intero borgo, creerebbe nuove forme di piccola economia, produrrebbe nuovi introiti alle casse comunali. La delibera demanda alla Giunta la facoltà di prevedere la riduzione su tributi locali, contributi e/o facilitazioni per la realizzazione di opere di adeguamento o di restauro conservativo e per l’installazione di elementi di arredo urbano; interventi per migliorare le condizioni di visibilità e di accessibilità agli spazi urbani del centro storico e agli esercizi; la partecipazione al finanziamento di manifestazioni culturali, campagne di comunicazione ed iniziative di valorizzazione del centro storico e degli esercizi storici presenti.

L’ultimo punto all’esame ha, di fatto, completato il rinnovo dei componenti delle Commissioni Consiliari permanenti avviato nella precedente seduta di Consiglio dell’8 maggio. Pertanto sono stati eletti i nuovi componenti della 5° Commissione consiliare “Industria, Commercio, Agricoltura, Artigianato” che da oggi risulta composta da Andrea Nardi, Marco Squicquaro, Marco Mazzoli, Massimiliano Leoni, Mauro Contarino, Michele Mastroianni, Martina Poli e Andrea Santilli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: