ROCCAGORGA-MAENZA, gli studenti impegnati in un progetto sulla tutela dell’ambiente

Dopo lo straordinario risultato ottenuto con un progetto sulla figura di Leopardi, valso il primo premio in ambito regionale, l’Istituto Comprensivo Roccagorga-Maenza ha deciso di affidarsi al Teatro Pedagogico Sociale della GKO Company per la realizzazione di un altro progetto, questa volta promosso dalla “Fondazione Falcone” e dal Miur in occasione del 28esimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio, dal titolo “Li avete uccisi ma non vi siete accorti che erano semi”. Le finalità del concorso sono quelle di far riflettere sull’importanza di quei tragici avvenimenti affinché non venga reso vano il lascito di chi profuso impegno nella lotta contro le organizzazioni criminali. Chi oggi siede tra i banchi di scuola non era nato il 23 maggio 1992, ma la partecipazione riscontrata negli anni e la profondità dei lavori realizzati dalle scuole, oltre alla qualità dei percorsi di educazione alla legalità, cittadinanza e Costituzione, testimoniano quanto l’esempio di Giovanni Falcone, di Paolo Borsellino, degli uomini e delle donne delle scorte e di tutte le vittime della criminalità organizzata sia vivo e attuale. Questa mattina, davanti alle telecamere di Luca Faustinella, il primo step di quello che diventerà un trailer cinematografico, con gli studenti, coordinati dal direttore artistico della GKO, Vincenzo Persi, che hanno eseguito le prime scene all’interno del centro storico di Maenza. Soddisfazione per i primi ciak è stata espressa dallo stesso Vincenzo Persi, che ha ringraziato l’istituto nelle persone della dirigente scolastica Daniela Conte e del referente del progetto Antonio Corbi.