FONDI, sabato l’inaugurazione bipersonale d’arte di pittura e fotografia di Daniel Airi e Massimiliano Romitelli

Sabato 7 Marzo p.v., alle ore 18.00 presso la Sala Espositiva del Castello Caetani di Fondi, avrà luogo l’inaugurazione della bipersonale d’arte di pittura e fotografia degli artisti Daniel Airi e Massimiliano Romitelli dal titolo “Uno sguardo oltre la Libertà”. L’iniziativa è promossa dalla Presidente dell’Associazione culturale Musicinecultura Fabiola Lauretti e dal Direttore Scientifico del Museo Civico, Storico e Archeologico di Fondi Alessandro de Bonis con il patrocinio del Comune di Fondi, della Casa della Cultura di Fondi e dello stesso Museo.
La mostra – che sarà visitabile ad ingresso libero dal 7 Marzo al 4 Aprile 2020 negli orari di apertura al pubblico del Castello (Lunedì-Venerdì 8.45-12.45/16.30-20.30; Sabato-Domenica 9.00-13.00/17.00-21.00) – affronterà, come spiegano gli organizzatori, «tematiche che riguardano le varie espressioni di Libertà: di vedute, artistica, di interpretazione delle tematiche, di culto, di rapporto interpersonale e libertà nella forma aurica del suo termine, dove appunto le rappresentazioni verranno effettuate attraverso figure di animali. Nel 1830 Eugene Delacroix nel suo splendido capolavoro “La Libertà che guida il popolo”, oggi conservato al Louvre di Parigi, rappresenta la Libertà in forma allegorica attraverso una figura di donna, dal seno nudo, che guida e incita il popolo a manifestare liberamente dietro il vessillo tricolore francese. Questo aspetto allegorico della Libertà compare anche nelle opere che i due artisti esporranno in mostra al Castello Caetani di Fondi. Una mostra in cui si avrà la possibilità di ammirare due forme d’arte strettamente legate tra loro, ossia la pittura e la fotografia, l’una madre dell’altra, le quali si confronteranno con la più moderna forma d’arte definita Street Art, in qualche modo anch’essa “figlia” della pittura, in quanto evoluzione contemporanea di tale forma d’arte. Dunque un vero e proprio abbraccio tra forme d’arte in piena libertà in quanto l’arte stessa produce libertà perché il vero artista è colui che agisce liberamente seguendo le direttive dello spirito che in egli agisce». Durante l’inaugurazione, dopo i saluti istituzionali sarà possibile assistere ad una presentazione critica della mostra a cura di Marco Tedesco, critico e storico d’arte. Inoltre la classe 5A dell’IIS Gobetti-De Libero di Fondi sarà impegnata nell’accoglienza dei visitatori e nelle letture di passi, in greco e in latino, che avranno come tema proprio il concetto di Libertà, tanto decantata sin dall’antichità classica.