BASSIANO, menzione speciale per il Comune al concorso “Le Parole e la Città”

Arriva un altro importante riconoscimento, in ambito culturale, per il Comune di Bassiano, che nei giorni scorsi ha ricevuto una menzione speciale nell’ambito del concorso “Le Parole e la Città”, un’iniziativa promossa dal Centro per il libro e la Lettura insieme all’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI). “Si tratta di un concorso nazionale – ha spiegato la stessa amministrazione comunale esprimendo soddisfazione per il riconoscimento ottenuto – per opere di narrativa, proposte alla candidatura dai sindaci di Comuni italiani che abbiano ottenuto la qualifica di “Città che legge” per il biennio 2018-2019. Il premio intende, infatti, rappresentare un’occasione di sviluppo e promozione ulteriore dello stesso progetto e delle sue finalità”. I Comuni che sono risultati vincitori del concorso sono stati quello di Fermo, con Viaggi da Fermo – Un sillabario Piceno (2009), di Angelo Ferracuti, Sassari, con Procedura (1988), di Salvatore Mannuzzu e Torino, con Cieli su Torino (2016), raccolta di racconti a cura di Renzo Sicco, testi di Mariana Jarre, Alessandro Perissinotto, Erri De Luca, Younis Tawfik, Laura Curino, Giuseppe Culicchia, Enrico Remmert, Gero Giglio, Alberto Salza, Laura Mancinelli, Fabio Arrivas, Gabriele Romagnoli, Davide Longo, Giacomo Di Girolamo, Darwin Pastorin, Andrea Demarchi, Gianni Romeo, Fabio Geda, Gian Luca Favetto. Questi tre enti riceveranno ciascuno un premio di 5.000 euro da destinare alla promozione di incontri di lettura e/o iniziative riferite all’opera. La commissione di valutazione ha inoltre deciso di attribuire una menzione speciale, a saldo zero, alle candidature di Bassiano, con Aldo Manuzio (2015), libro a illustrazioni di Andrea Aprile e Gaspard Njock e Cervo (Im) con Elogio del pomodoro (2011) di Pietro Citati.