Dopo un lungo periodo di attesa, nel quale probabilmente si è pensato più a costruire una squadra all’altezza che a pubblicizzare quello che si stava cercando di proporre alla città, Sergio Di Raimo, candidato sindaco del centrosinistra (5 liste a sostegno insieme al Partito Democratico), ha deciso di affidarsi alla rete per lanciare, di fatto, la sua corsa elettorale. Un video (“Sezze cammina con me”) postato su un canale YouTube, nel quale il presidente del consiglio comunale uscente ha spiegato quale sia la sua idea di città. Un’analisi informale, seduto ad una scrivania, nella quale parla ai suoi elettori immaginando la città dei sogni. Ma proprio questa sua decisione di ricorrere ad un format, “Mi piacerebbe constatare che…”, ha lasciato perplessi in molti. Tanti hanno fatto notare come le sue ipotesi, in realtà, si sarebbero potute già concretizzare in questi dieci anni di mandato nei quali Di Raimo è stato protagonista in prima persona, prima come assessore, poi come presidente della massima assise cittadina. Già in pubblico Di Raimo aveva affermato di non essere l’avvocato delle due consiliature precedenti, ma questo ulteriore passo verso una sorta di abiura di quanto realizzato nel governo Campoli ha lasciato perplessi non solo i destinatari del messaggio, ma anche, stando a voci interne che sono trapelate, anche alcuni esponenti della sua vasta coalizione che, evidentemente, non hanno gradito questa sorta di passo indietro. Niente di irrecuperabile, ma in molti si aspettano che Di Raimo inizi a difendere anche i 10 anni passati, o a giustificare eventuali mancanze nella precedente amministrazione.

Simone Di Giulio