ROMA, Santori: “La sicurezza dimenticata è ormai un caso internazionale “

2 minuti di lettura

Ora la vergogna della Capitale targata Pd varca pure l’oceano, si incaglia sulle rive degli Usa indifferente alle proteste dei turisti statunitensi derubati. Perché a Roma la Polizia Locale non può entrare nei campi rom? Perché le pattuglie marciscono fuori dai cancelli ma non possono disturbare i nomadi, che intanto compiono reati, ricattano i malcapitati, stavolta stranieri? L’amministrazione della città si gira dall’altra parte di fronte a situazioni molto gravi, e tollera illegalità diffusa e soprusi. La sicurezza dimenticata è ormai un caso internazionale”. Lo dichiara in una nota il consigliere della Lega in Campidoglio Fabrizio Santori.

Ripristinare subito i controlli, seri e continui, censire, allontanare se serve, denunciare. I Gruppi speciali dei Caschi bianchi, infatti, ci risulta non possano più controllare i campi Rom: sono stati ridotti a correre dietro a saltafila e abusivi intorno ai monumenti. Eppure a capo della Polizia Locale c’è il Sindaco. Ma Gualtieri non fa nulla: taglieggiamenti e estorsioni, furti e minacce nei confronti di romani e turisti proseguono e si moltiplicano ogni giorno di più”, conclude Santori.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: