Politica

ROMA, Santori (Lega): “In Campidoglio continua lo sfarzo, Gualtieri lasci delega al personale”

1 minuto di lettura

Mentre a breve discuteremo un bilancio magro per i cittadini romani, nel palazzo in Campidoglio continua lo sfarzo. Dopo i contratti confermati per i dirigenti esterni e lo staff faraonico da 110 persone alla modica cifra di 6 milioni e mezzo di euro l’anno per i prossimi 5 anni, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, che ha la delega del personale, arriva a cacciare dall’amministrazione i generali dell’esercito, pagati solo mille euro al mese per ricoprire ruoli scoperti da dirigenti.

Al loro posto arrivano funzionari da 140 mila euro all’anno scelti ad hoc nei ruoli chiave dell’amministrazione. Sono stati mandati via in pochi giorni senza neanche un minimo rispetto istituzionale, d’obbligo soprattutto quando c’è in gioco l’onore di una Forza Armata. A questo punto ci chiediamo: per il ministro della Difesa Guerini conta più il partito o la dignità dei suoi uomini? E non dimentichiamo che mancano all’appello ancora diversi nuovi dirigenti per gli uffici di scopo partoriti nell’ultimo provvedimento della macrostruttura, e anche qui, a breve, ne vedremo delle belle. Chiediamo che Gualtieri lasci la delega al personale”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere capitolino della Lega. “In attesa dell’ennesimo atto che calpesta quel necessario processo volto a migliorare l’efficienza e l’efficacia della spesa pubblica ci chiediamo se Gualtieri sia consapevole del periodo economico che sta vivendo la nostra città“, conclude Santori.

Luigi Calligari

Giornalista ODG Lazio. Laureato Magistrale con Lode in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo presso Coris Sapienza. Appassionato di sport e giornalismo. Collabora anche con la testata LatinaNews