RESTAINI (Forza Italia): “Dell’Utri assolto al processo stato-mafia”

3 minuti di lettura

La notizia dell’assoluzione di Marcello Dell’Utri dall’accusa di aver partecipato da protagonista alla cosiddetta trattativa “Stato/Mafia”, è sicuramente clamorosa ed in chi come me ha avuto il piacere di conoscerlo, lieta e foriera di altre buone notizie che proverranno dal coacervo giudiziario nostrano“, questo il commento dell’esponente di Forza Italia Lubiana Restaini.

Da anni l’indebolimento di istituzioni repubblicane quali il Parlamento ed il Governo, provocato dalla scomparsa dei partiti di massa a seguito dell’inchiesta Mani Pulite e da quanto avvenuto nel periodo di Tangentopoli, ha imposto un predominio politico/mediatico della magistratura, che ha fatto da succedaneo alle dinamiche democratiche previste dalla Costituzione.

Dobbiamo riconoscere che comunque è la magistratura con la sentenza accennata ad essere ancora la protagonista della svolta, riconoscendo che il fatto non sussiste come reato, anche se le ombre inquietanti di quel periodo di attentati e sangue sparso dai mafiosi resta un doloroso fatto ancora senza colpevoli e soprattutto mandanti.

Le sentenze non si commentano, ma si rispettano: è un brocardo assoluto che stavolta, se posso permettermi, ha un rilievo politico netto, perché troppe volte, a cominciare dall’odissea giudiziaria di Berlusconi ancora vergognosamente in corso, ha semplificato a vantaggio dei soliti poteri “forti”, indicando in casa nostra colpevoli “a prescindere“.

Mi unisco quindi a Stefania Prestigiacomo, Andrea Ruggeri, Licia Ronzulli, Sestino Giacomoni, per le loro esternazioni di giubilo per le assoluzioni, tra le quali quella di Marcello Dell’Utri spicca per il prezzo che ha pagato e sta pagando in termini politici, materiali e psicologici.

Un pensiero va comunque ai familiari di Paolo Borsellino, l’eroico magistrato vittima della mafia, che avevano trovato nella sentenza riformata sulla trattativa una motivazione per la sua crudele scomparsa.

Marcello Dell’Utri ha commentato come la sentenza sia una “svolta”; me l’auguro con tutto il cuore perché la verità alla fine è quel che conta ed è alla base di ogni progresso civile della nostra nazione” ha concluso l’esponente di Forza Italia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: