ANCI LAZIO, l’intervento di Lubiana Restaini, Coordinatrice Consulta Piccoli Comuni Anci Lazio

4 minuti di lettura

Siamo ad un passaggio cruciale della vita della nazione contrassegnato, sicuramente dall’uscita dalla pandemia, ma anche dall’applicazione del PNRR che comporta la spesa (ottimale) di oltre 120 miliardi di euro, ma anche e forse soprattutto una serie di riforme che l’UE ci chiede da un ventennio.

Così esordisce Lubiana Restaini, Coordinatrice Consulta Piccoli Comuni Anci Lazio in una dichiarazione alla vigilia dell’Assemblea Nazionale di ANCI che si terrà mercoledi 7 luglio a Roma presso il Centro Congressi Angelicum (posizionato alla fine di Via Nazionale, Largo Angelicum1).

E’ questa l’occasione irripetibile per affermare un cambio di passo culturale che consenta alla Pubblica Amministrazione Italiana di essere all’altezza di una situazione che vedrà coinvolti per circa il 60% della spesa in investimenti ed interventi, proprio gli enti locali, considerati sino ad oggi mere appendici dello Stato e quindi taglieggiati e spoterizzati; se si considereranno ancora le autonomie locali terminali passivi di una spesa centralisticamente decisa temo di essere facile profeta nel preannunciarne il fallimento.”

Ed ha proseguito: ”C’è un punto da cui cominciare ad invertire una tendenza sinora esiziale per il nostro Paese, ed è quella della dignità dello status di noi amministratori locali, e a coda dell’Assemblea Nazionale di ANCI sarà una manifestazione nazionale di Sindaci, Assessori e Consiglieri, a porla con forza all’opinione pubblica, ma soprattutto al governo Draghi”.

“Non è più tollerabile l’abisso che separa la responsabilità di chi guida un Comune rispetto alla retribuzione di un impegno essenziale, sia rispetto all’applicazione di norme ingiuste ed incostituzionali come la legge Severino sulla candidabilità e quella sull’abuso d’ufficio, oppure gli interventi spesso sconsiderati della magistratura come il caso recente di Simone Ugetti Sindaco di Lodi, 5 anni emarginato civile prima di essere assolto con formula piena.”

Ha poi concluso Lubiana Restaini: “I Sindaci torneranno in prima linea il 7 luglio per la loro dignità e per le riforme: del Tuel all’insegna della semplificazione e del decentramento, del codice degli appalti che consenta rapidità e giustezza di procedure, per avere i Comuni all’interno della Cabina di Regia del PNRR, inammissibile dimenticanza di Mario Draghi, per un ruolo e coinvolgimento dei Piccoli Comuni, che voglia dire 1 miliardo di euro per finanziare la legge Realacci; rivolgo quindi un appello a tutti membri della Consulta Piccoli Comuni di ANCI LAZIO ad essere attivamente presenti alla manifestazione: facciamoci sentire, facciamoci valere!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: