Ultimi giorni per partecipare al Premio nazionale di poesia per ragazzi “Masio Lauretti”

3 minuti di lettura

Siamo quasi alla scadenza della sesta edizione del Premio Letterario “Masio Lauretti”, dedicato ai giovani poeti italiani.  Il Concorso è completamente gratuito proprio per la sua peculiarità essenziale, qualla di rivolgersi alla platea dei giovani scrittori delle scuole superiori. In palio vengono offerti dei premi in denaro per i primi tre classificati e per il vincitore del Tema Ascolto Empatico, sezione che tratta un tema delicato e importante per le nuove generazioni. La Presidentessa del Premio, Franca Palmieri, rivolge l’invito ai ragazzi e le ragazze per l’invio delle poesie entro il 31 Maggio, confidando nel talento dei ragazzi che il Premio ha valorizzato in tutti questi anni. L’invito è rivolto anche ai docenti che amano la poesia, affinché sensibilizzino i loro studenti ad inviare i loro componimenti. “Malgrado la pandemia in atto, la scuola non ha seguito il suo corso regolare, ma confidiamo in quello che avete seminato, anche a distanza, in quest’anno difficile per tutti. Aiutiamo i ragazzi a esprimere la propria interiorità attraverso l’uso della parola poetica, abbiamo davvero bisogno di sentire la loro voce, silenziata dal lungo lockdown”, sono queste le parole che la professoressa Palmieri rivolge agli studenti e ai docenti. Un talento poetico, il suo, coltivato durante anni di insegnamento e di dedizione ad intere generazioni di ragazzi. Il Premio è rappresentato da una Giuria prestigiosa, che si avvale del poeta e scrittore Dante Maffia, candidato al Nobel, in cui trovano posto anche due giovani poeti. In premio denaro, targhe, vocabolari, libri e le migliori poesie raccolte in un’Antologia della Casa Editrice Il Pettirosso. Il Premio ha il Patrocinio di WikiPoesia. Per l’iscrizione basta visitare il sito del Premio all’indirizzo https://masiolauretti.wixsite.com/premio dove alla voce Iscrizione è disponibile il regolamento, i moduli di iscrizione da compilare e inviare online per i maggiorenni, i minorenni e per gli insegnanti.

Antonia Rizzo

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: