SEZZE, vittoria per i braccianti della ex Agri Amici

2 minuti di lettura

E’ finita bene per i circa 400 lavoratori della cooperativa ex Agri Amici di Sezze che hanno ottenuto, dopo un anno, il riconoscimento dei propri diritti previdenziali e quindi il pagamento della disoccupazione agricola e dei relativi assegni familiari relativi al 2019.

Determinante per la vittoria dei lavoratori l’operato del sindacato Uila di Latina.

Una vicenda che ha inizio nel 2018 e che, qualche mese dopo, portò alla chiusura della cooperativa accusata di caporalato.

A novembre di quell’anno un verbale di accertamento dell’Inps di Latina decretò, anziché punire l’azienda, che per i lavoratori coinvolti fosse annullato il rapporto di lavoro e i diritti previdenziali e assistenziali acquisiti.

Per sbloccare la situazione è stata necessaria una circolare dell’INPS nazionale (la numero 56 del 2020) che ha dettato un diverso e più corretto comportamento dell’Istituto nei confronti dei lavoratori agricoli in merito ai diritti previdenziali loro spettanti, a prescindere dall’inquadramento del datore di lavoro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: