UE, Adinolfi (Lega): “Pacchetto Mobilità approvato a Bruxelles con il sostegno della Lega punto di svolta a tutela di imprese e lavoratori italiani e pontini”

4 minuti di lettura

«Un punto di svolta per le aziende dell’autotrasporto locale e nazionale arriva dall’approvazione a Bruxelles del Pacchetto Mobilità fortemente voluto dalla Lega e dai suoi eurodeputati».Commenta così, l’Europarlamentare Matteo Adinolfi, il via libera dato nei giorni scorsi dall’Europarlamento di Bruxelles al nuovo provvedimento sui trasporti in sede europea: «Obiettivo primario di questo dossier – spiega Adinolfi – è quello di disincentivare l’impiego da parte delle imprese dell’Est Europa di conducenti a paghe ridotte che operano stabilmente in Italia creando condizioni di dumping salariale e di concorrenza sleale per le nostre imprese. Grazie all’approvazione di questo testo le imprese straniere che svolgeranno trasporti in Italia dovranno adeguarsi ai salari applicati ai nostri autotrasportatori».

Un problema sottolineato spesso dai titolari delle tante aziende del territorio locale visitate nelle scorse settimane dall’onorevole Adinolfi, proprio per toccare con mano le necessità del settore dopo il lockdown: «La problematica della concorrenza sleale nel settore dei trasporti – prosegue Adinolfi – da parte delle aziende straniere che finora hanno operato praticando tariffe più vantaggiose, sfruttando il minor costo della manodopera, del gasolio, delle assicurazioni e la competitività fiscale era un problema ricorrente. Per questo servivano regole uguali per tutti. Come ha ricordato il nostro Capo Delegazione Lega, Marco Campomenosi, l’apertura del settore ai Paesi dell’Est ha comportato una distorsione del mercato, con concorrenza sleale e dumping sociale inaccettabili a danno delle imprese italiane spesso costrette a dover chiudere le proprie attività o a delocalizzare. La Lega, unico partito italiano ad avere relatori ombra sul tema, ha dato il proprio contributo per rendere il testo più efficace, con il gruppo Id decisivo perché i regolamenti andassero avanti nelle varie fasi in commissione Tran. Il risultato raggiunto, seppur perfezionabile, migliora il quadro attuale. Bene l’approvazione del Pacchetto, ma bisogna tenere alta la guardia per tutelare i nostri autotrasportatori.

C’è ancora molto lavoro da fare: ora è necessario assicurarsi che venga attuato in modo tempestivo e bisogna far sì che si assicurino i controlli nei confronti di coloro che da fuori vengono a svolgere attività in Italia.Così come c’è molto da fare anche in tema di infrastrutture. Non a caso un altro dei temi che mi hanno fin qui sottoposto le aziende del territorio è la necessità di realizzare in tempi brevissimi il collegamento con l’Autostrada per rendere finalmente competitiva la nostra provincia.Dunque, ora che il governo ha inserito la Roma-Latina e la Cisterna-Valmontone nel decreto semplificazione, auspico che questa importante infrastruttura sia realizzata seguendo il modello Genova, bypassando il codice degli appalti come la Lega chiede da tempo», conclude Adinolfi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: