SEZZE, sul fenomeno delle baby-gang spunta una lettera delle dirigenti delle scuole setine

4 minuti di lettura

Baby-gang in città? Il problema probabilmente è più grave di quanto sembrava inizialmente, quando erano in molti a credere si potesse derubricare quanto accadeva a semplici casi di vandalismo fine a se stesso e non ad un problema di carattere sociale che invece sembra emergere. A confermare quest’ultima tesi il gruppo consiliare de Il Biancoleone, che ieri mattina ha protocollato con urgenza un’interrogazione che sarà argomento del prossimo question time e che fa esplicito riferimento ad una segnalazione arrivata nei giorni scorsi all’attenzione dell’ente setino e delle forze preposte ad intervenire sulla vicenda. A scriverla le due dirigenti degli istituti scolastici presenti in città, Anna Giorgi per conto dell’Isiss “Pacifici e De Magistris” e Fiorella De Rossi in qualità di preside dell’Istituto Comprensivo “Pacifici Sezze-Bassiano”, le quali nella missiva si sono rivolte al Prefetto, al Questore, alla Procura della Repubblica, al Comandante provinciale dei Carabinieri, al Sindaco di Sezze, al Comandante della caserma e a quello della Polizia Locale, segnalando come in diverse occasioni anche in prossimità dei loro istituti si siano verificate situazioni ambigue. Stando a quanto riportato nella lettera sarebbero diverse le occasioni nelle quali gruppi di ragazzi stazionerebbero nei pressi della scuola di San Bartolomeo, imprecando, fumando ed arrampicandosi sulle transenne a ridosso dell’edificio, mentre casi simili, uno dei quali circostanziato al 27 settembre scorso, si sarebbero verificati in viale dei Cappuccini, a ridosso dell’istituto superiore, con un gruppo di ragazzi che in quella occasione avevano aggredito verbalmente un gruppo di studenti della scuola serale, pronti ad entrare in classe per la loro lezione, intorno alle 19:30. Le stesse dirigenti scolastiche hanno quindi chiesto espressamente che vengano presi provvedimenti e messi in atti tutti gli interventi ritenuti necessari a salvaguardia della tutela di chi frequenta quei luoghi. Della stessa idea, che li ha spinti a presentare un’interrogazione, i consiglieri Moraldo, Di Palma e Martella, che agli amministratori chiedono se siano stati disposti gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti esposti nella segnalazione delle due dirigenti scolastiche e, soprattutto, quali interventi si ritiene di porre in essere per arginare il fenomeno delle baby-gang a Sezze, considerato che ormai, inutile nascondersi, si tratta di un fenomeno che va arginato nel minor tempo possibile prima che possa degenerare.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: