PALLAMANO, l’HC Cassa Rurale torna in campo dopo la sosta e supera Padova. Bassanese protagonista dopo l’operazione al ginocchio

7 minuti di lettura
L’HC Cassa Rurale Pontinia supera con autorevolezza il Cellini Padova e blinda la quarta posizione della serie A Beretta femminile, il massimo campionato nazionale di pallamano. Al palazzetto dello sport Marica Bianchi di Pontinia, la Cassa Rurale ha dominato il match dall’inizio alla fine chiudendo 34-25, ma raggiungendo punte anche di dieci reti di vantaggio nel corso del match: questo successo proietta la squadra del presidente Mauro Bianchi a 16 punti, due lunghezze in meno del Mestrino terzo in graduatoria.
Sono 336 le reti complessive totalizzate dalla formazione di Pontinia che vanta due giocatrici nella top 20 delle migliori bomber del torneo: Podda decima con 61 gol e Barbosu ventesima con 44 centri. Contro il Padova, Alessandra Bassanese, è stata la top scorer con 9 centri, dietro di lei Francesconi con 8 poi Costanzo-Serratto e Squizziato con cinque reti a testa.
Siamo riusciti ad avere un approccio positivo al match, le giocatrici sono state efficaci nelle collaborazioni difensive rendendo più semplici gli attacchi in solitaria che sono stati ben capitalizzati dopo un’azione difensiva efficace – chiarisce coach Giovanni NastaCali psicologici? Possono anche esserci quando si avverte un certo di tranquillità, poi una volta avanti abbiamo gestito con un po’ di superficialità e nel secondo tempo abbiamo subìto attacchi in solitaria: questa cosa non è successa nel primo tempo. Abbiamo completato il nostro gruppo con giocatrici che rendono positiva la competizione che deve esserci tra le varie atlete, abbiamo più soluzioni e le giocatrici sono versatili e concrete. Mi piace vedere la grande voglia di chi va in campo che riesce a dare segnali positivi a tutto il resto del gruppo che soffre quando non viene utilizzato come meriterebbe”.
Il Pontinia è determinato e piazza subito tre gol in sequenza: Francesconi, Panayotova e Squizziato infiammano il pubblico mentre il Padova, sostenuto dalle parate di Enabulele, prova a contenere i danni (4-1). Ancora Enabulele protagonista ma sul 6-2 va a segno ancora Francesconi e coach Saadi è costretto a interrompere l’assedio con il time-out. Break del Pontinia dal 12-7 al 15-7 poi ancora le padrone di casa che premono per il 17-9 che vale il +8. Dopo il 20-12 all’intervallo il Pontinia non si ferma e arriva fino al 24-14 (+10) con Bassanese: Ramazzotti inizia a diventare determinante e argina il Padova, ma non può nulla sulla pressione di Eghianrua e compagne che piazzano un parziale di 1-5 approfittando di un calo di Squizziato e socie. Nasta e Bellotti chiamano il time-out e al ritorno il campo il Pontinia torna a macinare gioco (26-19, 29-19, 30-20) chiudendo il match con autorevolezza.
Abbiamo lavorato molto intensamente dopo la lunga sosta e le giocatrici hanno risposto molto bene e siamo riusciti a preparare bene la partita e i risultati si sono visti – aggiunge coach Matteo Bellotti, al fianco di Nasta sulla panchina del Pontinia – Approccio importante con un atteggiamento ottimo, una leggera flessione nel secondo tempo che è fisiologica: ci portiamo a casa il risultato e siamo contenti della prestazione”.
Alessandra Bassanese, tornata in campo dopo poco più di 30 giorni dall’operazione al ginocchio, s’è presa la scena totalizzando nove gol ed è stata la top scorer del Pontinia. «Sono stati giorni lunghi e difficili ma ho lavorato sodo nonostante le festività perché sapevo quanto sarebbe stato importante poter dare il mio contributo alla squadra – ha chiarito la Bassanese, soddisfatta a fine partita – Cerco sempre di dare il mio contributo a prescindere da quale sia il ruolo: mi era dispiaciuto molto non giocare l’ultima partita dello scorso anno e ci tenevo tantissimo a tornare a giocare».
HC CASSA RURALE PONTINIA – CELLINI PADOVA 34-25 (20-12 p.t.)
HC CASSA RURALE PONTINIA: Ramazzotti, Di Giugno, Cialei, Podda, Francesconi 8, Squizziato 5, Costanzo-Serratto 5, Di Prisco, Conte, Colloredo 2, Bianchi, Bernabei, Rueda, Bassanese 9, Panayotova 4, Barbosu 1. All. Nasta – Bellotti.
CELLINI PADOVA: Enabulele, Y. Djiogap, C. Djiogap 4, B. Eghianrua 10, Nitcheu 1, V. Djiogap 5, Broch, Meneghini 3, Aroubi 1, Prela 1, S. Eghianrua, Maffo. All. Saadi
Arbitri: Anastasio e Zappaterreno. Del. Pietraforte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: