CALCIO, il Latina continua la sua marcia casalinga. Un eurogol di Sane stende il Catania

8 minuti di lettura

Latina Calcio 1932 1 – 0 Catania Calcio
Latina Calcio 1932 (3-5-2): Cardinali, Giorgini, Amadio, Di Livio (13’ st Barberini), Carletti (37’ st Andrade Siqueira), De Santis, Sane, Tessiore (37’ st Marcucci), Carissoni (1’st Nicolao), Esposito, Ercolano (23’ st Teraschi). A disposizione: Ciammaruconi, Alonzi, Celli, Mascia, Atiagli, D’Aloia, Rossi. Allenatore: Di Donato.
Catania Calcio (4-3-3): Stancampiano, Dos Santos Machado (42’ st Albertini), Russotto, Rosaia (15’ st Maldonado), Greco, Monteagudo, Russini (42’ st Biondi), Ropolo (15’ st Pinto), Moro, Sipos (15’ st Piccolo) Calapai A disposizione: Sala, Pino, Ercolani, Izco, Cataldi, Zanchi, Frisenna. Allenatore: Baldini.
Arbitro dell’incontro: Gabriele Scatena di Avezzano.
Assistenti: Ciro Di Maio di Molfetta e Alessandro Munerati di Rovigo.
Quarto Ufficiale: Claudio Panettella di Gallarate.
Marcatori: 29’ pt Sane (L)
Ammoniti: 2’ pt Esposito (L), 25’ pt Russini (C), 9’ st Di Livio (L), 23’ st Carletti (L), 33’ st Teraschi (L)
Recuperi: 0’ pt; 4’ st.
Angoli: Latina Calcio 1932 5 Catania Calcio 8
Note: Spettatori totali 1075

Continua l’eccezionale percorso casalingo del Latina, che al Francioni batte anche il Catania per 1-0 grazie all’eurogol di Sane. È un successo di grande spessore quello ottenuto dall’undici pontino, che certifica ancora una volta la bontà della rosa e il buon lavoro dello staff tecnico durante questa prima parte di stagione.

Mister Daniele Di Donato conferma il suo ormai collaudato 3-5-2, con un unico cambio rispetto alla trasferta di Bari, ovvero l’inserimento di De Santis sulla linea dei difensori e lo spostamento di Carissoni sulla fascia sinistra al posto di Nicolao. Il Catania, allenato da Francesco Baldini, adotta invece uno spregiudicato 4-3-3.

È un primo tempo dai due volti quello andato in scena al Francioni. Nella prima mezz’ora, infatti, il Catania parte fortissimo, arrivando ad impensierire Cardinali in più di un’occasione, senza mai trovare la via del gol. La difesa del Latina riesce a reggere l’urto, limitando il capocannoniere del campionato, Luca Moro, protagonista in una sola occasione, al minuto 17, con Cardinali attento a chiudere la saracinesca. Gli uomini di mister Di Donato sono bravi a resistere all’assalto etneo, dimostrando ancora una volta un’ottima disposizione in campo.

Poi, nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione di gioco, comincia un’altra partita. Il Latina passa in vantaggio al suo primo vero affondo. Sane è abilissimo a controllare la sfera dopo un assist di Giorgini, inventandosi poi un sinistro al volo che va ad infilarsi nell’angolino, senza lasciare scampo a Stancampiano. Un gol magnifico, che certifica lo stato di grazia della formazione pontina nelle ultime settimane. La vena offensiva del Latina non si esaurisce qui, anzi. I pontini continuano a premere l’acceleratore vista anche l’assenza di reazione del Catania. Carletti per ben tre volte sfiora la rete del raddoppio, senza però riuscire a superare il portiere ospite, sia per sfortuna sia per un pizzico di imprecisione. Forse questa può essere l’unica pecca dell’ottima partita dei nerazzurri, ovvero non essere stati in grado di chiudere la partita in una delle tante occasioni avute.

Ad inizio secondo tempo, Di Donato effettua subito un cambio, inserendo nella contesa Nicolao al posto di Carissoni. Il copione in campo è il medesimo della prima frazione, con il Catania che parte forte alla ricerca del pareggio e il Latina che si difende con ordine, affidandosi alle ripartenze in contropiede. Proprio un break di Tessiore a centrocampo potrebbe tramutarsi nella seconda rete pontina, ma ancora una volta è bravo il portiere ospite ad opporsi al destro del centrocampista di casa lasciando così invariato il risultato.

I nerazzurri cercano forze fresche dalla panchina per resistere in modo da portare a casa il risultato. Nel corso della ripresa, infatti, fanno il loro ingresso in campo Barberini, Teraschi, Jefferson e Marcucci per dare man forte ai loro compagni. Nel finale di gara poi, il Catania torna ad attaccare con una serie di lanci lunghi, risultando anche piuttosto pericoloso in una di queste circostanze, senza però trovare il bersaglio grosso.

Alla fine, dopo quattro minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine di quella che è stata una partita avvincente e ben giocata dai pontini, che in questo modo portano avanti la loro striscia di risultati utili in casa.

Grazie a questa vittoria, il Latina sale a quota 20 punti in classifica, agganciando proprio il Catania. La bontà delle prestazioni offerte al Francioni ha permesso alla squadra di emergere e di tirarsi fuori da un periodo negativo. Adesso i ragazzi di mister Di Donato possono guardare la classifica con maggiore serenità, in modo da preparare al meglio i prossimi incontri.

Proprio il Mister durante la conferenza stampa post-partita, ci ha tenuto a fare i complimenti ai suoi giocatori per l’importantissimo risultato ottenuto, trovando come unico lato negativo quello di non aver chiuso la partita e aver sofferto per questo motivo oltre misura la squadra siciliana.

Il prossimo impegno della formazione nerazzurra sarà la trasferta di Monopoli. A causa delle ammonizioni subite nella partita di ieri, non saranno della sfida capitan Esposito e Di Livio, due pedine fondamentali per questa squadra. A questo proposito, durante questa settimana, Di Donato dovrà trovare le giuste contromisure per non soffrire troppo queste assenze.

Luigi Calligari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: