FONDI, Parco Monti Ausoni: allarme specie aliene nei nostri boschi

4 minuti di lettura

L’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi sta organizzando, d’intesa con la Regione Lazio e la Cooperativa “Le mille e una notte”, una serie di incontri e attività di divulgazione e informazione al pubblico sulla tematica delle specie aliene e in particolare sui lavori e sulle conoscenze acquisite durante lo svolgimento del Progetto LIFE SAMFIX (SAving Mediterranean Forests fromInvasions of Xylosandrus beetles and associated pathogenic fungi), inserito nel Programma Life dell’Unione Europea LIFE17NAT/IT/000609.

Il prossimo incontro, aperto alle associazioni e ai cittadini, si terrà sabato 27 novembre 2021 dalle ore 10,00 alle ore 12,30 circa, presso la proprietà regionale “Villa Placitelli”, a Fondi Via Gegni 1. Sarà un momento di formazione e allo stesso tempo l’inizio di una collaborazione con l’Ente Parco finalizzato anche alla sensibilizzazione della popolazione su tematiche ambientali importanti quali la gestione delle specie alloctone e la tutela della biodiversità.

Gli studi del progetto, portati avanti in tre anni, – spiega il presidente dell’Ente Parco Bruno Maruccihanno riguardato gli impatti sugli habitat forestali del coleottero alloctono del genere Xylosandrus. Si è così ritenuto importante, al termine del monitoraggio, destinare una delle iniziative divulgative ai soci delle associazioni e organizzazioni che si occupano di tutela dell’ambiente nel territorio delle tre Aree Protette gestite da questo Ente”.

I compiti e le attività istituzionali dell’Ente Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi, trova piena consapevolezza e ragione nell’impegno, portato avanti da tempo, in riferimento alla problematica delle specie aliene invasive, a partire dal territorio delle tre aree protette regionali che esso gestisce: il Parco Regionale Naturale Monti Ausoni e Lago di Fondi; la Riserva Naturale Regionale Antiche Città di Fregellæ e Fabrateria Nova e del Lago di S. Giovanni Incarico; la Riserva Naturale Regionale Lago di Canterno.

Siamo fortemente convinti – afferma il direttore Lucio De Filippisdella necessità e importanza di tutelare la biodiversità anche attraverso azioni mirate, ovviamente in un quadro scientifico, che servano a contrastare sempre meglio tale fenomeno, perseguendo una doverosa tutela complessiva dei nostri habitat naturali”.

La partecipazione all’incontro è libera, ma si chiede una conferma, in modo da poter organizzare le attività secondo le disposizioni in vigore per la gestione degli eventi nel periodo di emergenza sanitaria.

Per maggiori informazioni e chiarimenti si può contattare i Guardiaparco Daniela di Fazio e Stefano Di Russo ai seguenti n. telefonici: 0771 513644 e 331 3565500.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: