CALCIO, il Latina perde contro la capolista Bari, ma il 3-1 è un risultato bugiardo

7 minuti di lettura

SSC Bari 3 – 1 Latina Calcio 1932
SSC Bari (4-3-1-2): Frattali, Maita, Celiento, Antenucci (45’ st Belli), Botta, D’Errico (35’ st Bianco), Mazzotta (35’ st Ricci), Pucino, Terranova, Scavone (25’ st Mallamo), Paponi (25’ st Marras). A disposizione: Polverino, Gigliotti, Simeri, Cheddira, Citro, Lollo, Di Gennaro. Allenatore: Mignani.
Latina Calcio 1932 (3-5-2): Cardinali, Giorgini, Amadio, Di Livio (40’ st Rosseti), Carletti, Sane (9’ st Andrade Siqueira), Tessiore (29’ st Barberini), Carissoni, Esposito, Nicolao (9’ st De Santis), Ercolano (40’ st Teraschi). A disposizione: Ciammaruconi, Alonzi, Marcucci, Celli, Atiagli, D’Aloia, Rossi. Allenatore: Di Donato
Arbitro dell’incontro: Adalberto Fiero di Pistoia.
Assistenti: Pietro Pascali di Bologna e Davide Stringini di Avezzano.
Quarto Ufficiale: Gianluca Grasso di Torre Ariano Irpino
Marcatori: 32’ pt Antenucci (B), 4’ st Di Livio, 10’ st Paponi (B), 44’ st Marras (B)
Ammoniti: 30’ pt Maita (B), 5’st Ercolano (L), 14’ st Esposito (L), 16 st Giorgini (L), 20’ st Scavone (B), 38’ st Di Livio (L).
Recuperi: 0’ pt; 5’ st.
Angoli: SSC Bari 6 Latina Calcio 1932 2.
Note: 6.762 spettatori ( 2044 mini abbonamenti, 76 tifosi ospiti)

Il Latina esce sconfitto con un bugiardo 3-1 contro la capolista Bari, in quella che è stata la miglior prestazione della formazione nerazzurra lontano dal Francioni. Un match prestigioso quello del San Nicola, che ha fatto tornare in mente ai tifosi le sfide negli anni della Serie B, quando le due squadre lottavano per un posto in ben altri palcoscenici.

Per l’occasione, il Mister Daniele Di Donato sceglie di confermare 10/11 della formazione che ha avuto la meglio del Messina sabato scorso. L’unica novità è l’esordio assoluto in maglia nerazzurra del nuovo acquisto Carissoni al posto di De Santis. L’allenatore del Bari, Michele Mignani, opta per il classico 4-3-1-2.

I nerazzurri partono bene e dimostrano di non accusare nessuna pressione, pur trovandosi davanti una squadra di livello tecnico superiore. La prima occasione capita sui piedi di Ercolano, che spara un destro alto dopo una bella azione corale sulla fascia destra. Il Bari ci mette un po’ a carburare, ma quando accelera dimostra tutta la sua qualità. Al minuto 25 è bravissimo Cardinali a disinnescare una conclusione di Maita. Il centrocampista della squadra di casa, dopo aver rubato palla al limite dell’area, ha impensierito il portiere ospite con un bel tiro. Il gol però è nell’aria e arriva puntualmente al minuto 32, grazie all’esperto Antenucci che approfitta di una respinta, in questo caso non ottimale, dello stesso Cardinali per infilare il pallone in rete e sbloccare la partita.

Il Latina però non si arrende e continua a ben figurare, cercando di portare avanti la propria organizzazione di gioco, senza però riuscire ad impensierire Frattali per il resto della prima frazione.

Il secondo tempo inizia con gli stessi ventidue in campo, e i nerazzurri partono di nuovo a razzo, ristabilendo prestissimo l’equilibrio nel punteggio. Carletti riceve palla da Di Livio a centrocampo, avanza fino al limite dell’area e a quel punto chiude il triangolo con lo stesso Di Livio che con un sinistro angolato realizza la rete dell’1-1. Un gol importantissimo per il fantasista, che dimostra di essersi calato alla perfezione nel nuovo ruolo di mezzala, così come deciso da Di Donato.

Il Latina crede addirittura nel colpaccio, perché il Bari nei primi dieci minuti della ripresa soffre tanto. Però, è a questo punto che viene fuori la grande qualità di una corazzata come la squadra pugliese. Infatti, passano soltanto sei minuti dal pareggio quando Paponi è lesto ad avventarsi di testa su un traversone dalla destra, anticipando Esposito, per il nuovo vantaggio dei galletti.

I pontini provano nuovamente a rialzare la testa, sfiorando ancora il pareggio con Carletti, il cui tiro è disinnescato da una strepitosa parata di Frattali, che vale quasi quanto un gol. I nerazzurri si riversano alla disperata in attacco, ma il Bari non fa sconti, e realizza la terza rete al minuto 89, quando Marras conclude un contropiede orchestrato alla perfezione dagli uomini di Mignani.

Il Latina, dopo le importantissime vittorie casalinghe, esce sconfitto nuovamente in trasferta. Questa volta, però, gli uomini di Di Donato non hanno per niente sfigurato, e anzi il passivo risulta essere troppo pesante per quanto visto in campo.

Domenica 5 dicembre, la formazione pontina tornerà a giocare in casa, quando al Francioni arriverà il Catania per un’altra sfida affascinante che sa di categoria superiore. L’appuntamento è stato anticipato alle 14.30, vista la concomitanza dell’impegno casalingo della Benacquista Assicurazioni Latina Basket.

Luigi Calligari

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: