SEZZE, Cristian Nardecchia nuovo testimonial della locale sezione Avis

3 minuti di lettura

Nuovo importante e prestigioso “colpo” per la sezione setina dell’Avis presieduta da Maria Giuseppina Campagna, che nei giorni scorsi ha ottenuto di associare il nome di Cristian Nardecchia all’associazione che si occupa della raccolta di sangue da distribuire per chi ne ha bisogno. Dopo Angelo Ulisse, il giovane atleta che già si è tolto diverse soddisfazioni in campo nazionale ed internazionale, ad indossare l’effige dell’Avis è stato Cristian Nardecchia, ciclista che un mese e mezzo fa ha ottenuto un primato straordinario, riuscendo a battere il record del mondo di dislivello, salendo in 22 ore, 17 minuti e 56 secondi ben 18.075 metri, due volte quanto misura la montagna più alta della Terra, l’Everest.

L’impresa, realizzata proprio a Sezze sulla terribile salita di via Monticello, ha portato la città all’attenzione dei media, e l’Avis ha ritenuto opportuno chiedergli di testimoniare per una giusta causa. Nardecchia ha subito accettato l’invito e nei giorni scorsi ha visitato, ospite della presidentessa Maria Giuseppina Campagna e di Michela Corbi, membro del direttivo della sezione setina dell’Avis, i locali del centro prelievi in viale dei Cappuccini. “Ho accettato con molto orgoglio la richiesta dell’Avis e sono fiero di fare da testimonial di questa associazione, che grazie allo spirito del volontariato aiuta tantissime persone”, le prime parole del ciclista setino, che poi ha ricordato anche alcuni momenti della sua storica impresa: “E’ stata un’emozione indescrivibile e ancora oggi a raccontarla mi vengono i brividi. Ci sono stati – ha confessato il 36enne ciclista di Sezze – momenti molto duri, ma grazie alla mia squadra e al calore della mia gente sono riuscito a superarli e a portare a compimento l’impresa”.

Soddisfazione per questa nuova testimonianza all’impegno dell’Avis setina è stata espressa anche dal presidente Maria Giuseppina Campagna che, sebbene Cristian abbia ammesso di aver paura di aghi e sangue, ha ringraziato il ciclista per la disponibilità e per la sensibilità dimostrata ed ha dato appuntamento alle prossime iniziative.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: