PRIVERNO, l’associazione culturale Atelier Appennini il “Laboratorio Fossanova-Privernum”, che si svolgerà dal 16 al 19 settembre

4 minuti di lettura

Atelier Appennini, associazione culturale che da anni si occupa di rimettere al centro del dibattito il futuro del nostro territorio e auspica una “transumanza di ritorno” dalle periferie degradate delle grandi città agli Appennini, organizza per quest’anno il “Laboratorio Fossanova-Privernum”, che si svolgerà dal 16 al 19 settembre.

L’evento a cura dei Fondatori dell’Associazione Pino Pasquali, ideatore di Atelier Appennini, e Valeria Penna, è organizzato con la collaborazione di Felice Cipriani e Domitilla Verga, promotori dell’Associazione “Dai Centri Lepini alla Valle dell’Amaseno”, e con il Patrocinio del MIC, della Regione Lazio, dei Comuni di Priverno e di Sonnino, della Federazione degli Ordini degli Architetti PPC del Lazio, dell’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Latina, dell’Ance di Latina e di Unindustria Latina

Il laboratorio, che si focalizzerà sul territorio ricompreso tra il Borgo di Fossanova e l’Area Archeologica di Privernum, è un’occasione per mettere una “lente d’ingrandimento” sulle aree interne, tema ormai di grande attualità, e quest’anno sono stati inviati a proporre delle “visioni progettuali” per questi luoghi,  professionisti noti nel panorama nazionale ed internazionale come l’Arch. Francesco Cellini, già Presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca, attualmente impegnato nel progetto del Mausoleo di Augusto di Roma, lo studio MICOSCAPE degli Arch.ti Patrizia e Saverio Pisaniello che ha ricevuto numerosi premi e si occupa prevalentemente della progettazione di spazi esterni, l’Arch. Beniamino Servino, che concentra il proprio lavoro sulla rappresenzazione di un mondo immaginario creato su paesaggi abbandonati. 

Le giornate dedicate al laboratorio si apriranno con una conferenza presso il Refettorio dell’Abbazia di Fossanova, dell’Arch. Paolo Portoghesi, figura centrale dell’Architettura Italiana dagli anni sessanta,  e continueranno con interventi della Dott.ssa Margherita Cancellieri, che da anni si occupa dell’Archeologica di Privernum, e dell’Arch. Nicola Tramonte, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Foggia che ha pubblicato numerosi libri sul racconto fotografico dell’evoluzione del suo luogo di origine, Orsara di Puglia, per concludersi domenica mattina con la presentazione degli elaborati a cura dei coordinatori, sempre al Refettorio. 

Si tratta di un momento di confronto in cui  “La vera scoperta non consiste nel trovare nuovi territori ma nel vederli con nuovi occhi” (Marcel Proust) 

www.atelierappennini.it

info@atelierappennini.it 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: