“OSMOSI. Risonanze d’arte contemporanea” in scena all’Orto Botanico di Roma

3 minuti di lettura

Si è conclusa oggi la rassegna d’arte “Osmosi. Risonanze d’arte contemporanea” presso l’Orto Botanico di Roma organizzata da Ignorarte. Dal 4 al 28 luglio gli artisti visivi Mauro Bagella/ Lisa Monna, Salvatore Cammilleri, Marco Cavalieri, Vera Maria Gjermundsen, Francesca Nesteri, Carla Sacco e Donatella Vici hanno presentato tre installazioni artistiche in dialogo con i luoghi interni ed esterni dell’Orto Botanico in un vero processo osmotico, termine che ben definisce una contaminazione naturale. L’arte contemporanea ha adottato la metafora del processo naturale contaminando, attraverso i suoi linguaggi, gli ecosistemi dell’Orto Botanico senza alterarne la struttura ma arricchendone la percezione sensoriale. Un’invasione di immagini e suoni che ha creato armonici contrasti tra gli equilibri della natura ed il caotico ordine dell’artificio. L’inaugurazione è avvenuta con la partecipazione di Fabio Attorre, Direttore del Museo Orto Botanico di Roma; Carla Sacco, Artista visivo; Lisa Monna, Compositrice; Anna Zilli, Presidente Accademia Musicale Cristiniana; Malena Hessel, Addetto stampa, informazione, cultura e promozione Ambasciata di Svezia e con le straordinarie performance di Salvatore Cammilleri, “Anche per oggi non si vola”, con la collaborazione di Sara Santelli e con le musiche di Mauro Bagella e Lisa Monna; Francesca Nesteri, “Viscere”; Donatella Vici “Io, il Tempo e la Sovrana” con la performance sonora di Sibilla Lione. Il 28 luglio, durante il finissage di chiusura, i poeti e artisti Carla Sacco, Antonella Rizzo, Luigi Celi, Giulia Perrone e altri intervenuti hanno partecipato alla chiusura della manifestazione con i loro versi nella magica atmosfera che fu dimora di Cristina di Svezia, sovrana illuminata.

Il video delle performance:

 

Antonia Rizzo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: