GAETA, ospiti speciali al centro per le adozioni internazionali: la piccola Alba Trapanese e il suo papà

2 minuti di lettura

Un’ospite speciale in visita al centro per le adozioni internazionali di Gaeta: la piccola Alba Trapanese e il suo papà. Luca e Alba, accolti dall’Avv. Alessia Maria Di Biase referente del Centro Adozioni, hanno raccontato e condiviso la storia della loro adozione, diventata famosa, per la sua particolarità, in tutto il mondo. Luca Trapanese è infatti un papà single che a luglio 2017 ha ottenuto l’affidamento di Alba, una bimba Down che il Tribunale non riusciva a collocare presso una famiglia cosiddetta “tradizionale”.

La piccola era stata rifiutata da ben trenta coppie in lista d’attesa proprio perché affetta da sindrome di Down,   “un modo di essere” come ama definirla Luca, che ancora spaventa.
Questo è un caso di adozione speciale, poiché di regola la legge sull’adozione richiede come requisito per il deposito della domanda,  il matrimonio civile contratto da almeno tre anni.
Esistono però delle eccezioni, i c.d. casi di adozione particolare, appunto.

L’articolo 44 della legge 184/1983 prevede infatti la possibilità per un single di chiedere l’affidamento preadottivo di un minore (quando sussistono alcune condizioni)  nei casi in cui il Tribunale non riesca a collocare il bambino presso una delle famiglie in lista d’attesa. Ed è il percorso seguito da Luca Trapanese che oggi è a tutti gli effetti il padre adottivo di Alba alla quale ha dedicato il libro “Nata per te”  inserito nello  “Spazio Adozione” della biblioteca comunale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: