LATINA, Calandrini presenta richiesta di accesso agli atti per il trasporto pubblico

3 minuti di lettura

“Da giorni si susseguono segnalazioni di disservizi nel trasporto pubblico di Latina operato da CSC. Proprio quando è necessario – dichiara il Senatore Nicola Calandrinimantenere il distanziamento sociale, gli utenti lamentano di corse drasticamente tagliate che costringono a lunghe attese e ritardi, e quando i bus finalmente passano sono talmente pieni da non garantire l’accesso oltre al necessario rispetto delle distanze sociali, così come vorrebbero i protocolli anti-Covid. Sono scene che si presentano immancabilmente a chi usufruisce del trasporto pubblico per raggiungere o rientrare dalla stazione, e che colpiscono in particolare gli studenti. Proprio i nostri ragazzi si vedono costretti al rispetto di rigide regole di distanziamento a scuola, per poi ritrovarsi ammassati sugli autobus nel tragitto da e verso gli istituti. È un controsenso.

Per questo ho presentato una richiesta di accesso agli atti al Comune di Latina. Ritengo necessario verificare se e con quali modalità sono state decise modifiche al servizio prestato da CSC al Comune di Latina. Oppure, se nulla è stato deciso, mi aspetto che il Comune abbia già presentato contestazioni al gestore del trasporto pubblico. Infine chiedo di sapere quante e quali corse sono state cancellate, quante segnalazioni di disservizi sono pervenute in Comune, quanti chilometri ha percorso CSC dall’inizio del 2020 e se il Comune di Latina intende intervenire nei confronti del gestore laddove i tagli al servizio non siano stati concordati ed approvati. È inaccettabile – conclude Calandrini- che in piena emergenza Covid chi usufruisce dei mezzi pubblici deve mettere a rischio la sua salute. Proprio quando sarebbe stato necessario potenziare le corse per garantire le distanze, a Latina ci ritroviamo con meno corse. Auspico che gli atti che il Comune vorrà fornirmi servano a fare chiarezza e che su questa situazione l’amministrazione e l’assessore Bellini intervengano per tutelare la cittadinanza”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: