LATINA, Di Cocco (FdI): «Bravi i tecnici dell’ente che hanno evitato ulteriori danni. Ma l’amministrazione perché è silente?»

3 minuti di lettura

«Una settimana fa ormai il sistema informatico del Comune di Latina è stato colpito da un attacco hacker. Una vicenda seria ed a quanto pare anche grave. Ma sulla quale dall’amministrazione comunale non è arrivata nemmeno una parola, di spiegazione o rassicurazione. C’è di che essere preoccupati». E’ quanto ha affermato Gianluca Di Cocco, portavoce comunale di Fratelli d’Italia.

«Secondo quanto apprendo dalla stampa l’attacco hacker è stato sventato dalla prontezza e bravura del personale del settore informatico del Comune. Un attacco pericoloso, attraverso un Cryptolocker, che avrebbe minacciato di oscurare tutti i dati dell’ente chiedendo addirittura un riscatto in bitcoin. I tecnici si sono accorti per tempo della minaccia e hanno bloccato tutti i computer. Che ora andranno tutti puliti per evitare che il virus si riattivi. Un attacco hacker tra i più complessi in assoluto che sta mettendo in seria difficoltà gli uffici. A quanto pare i computer funzionanti sono pochi, al momento, con tutto tutto ciò che ne consegue in termini di operatività.
Non riusciamo a comprendere il silenzio su questa vicenda da parte dell’amministrazione comunale. Un ringraziamento pubblico andrebbe fatto ai tecnici informatici dell’ente che sono riusciti a evitare danni peggiori e come Fratelli d’Italia lo facciamo a nome dei cittadini di Latina. Ma l’amministrazione comunale dovrebbe anche chiarire quali saranno gli step adesso, come si intende agire per evitare in futuro situazioni di questo genere e soprattutto chiarire se qualche dato sensibile sia stato corrotto dall’attacco hacker. Ci riserviamo come partito di presentare una interrogazione su questa vicenda»
, ha concluso Di Cocco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: