LATINA, comunali 2020, Calandrini: “Pronti al dialogo per l’unità del centrodestra”

3 minuti di lettura

“L’unità del centrodestra per Fratelli d’Italia è un valore irrinunciabile”. Lo dichiara il senatore di Fratelli D’Italia Nicola Calandrini per puntualizzare sulle responsabilità di ciò che sta accadendo nei Comuni al voto: “Se alle imminenti elezioni amministrative in provincia di Latina ciò non sta avvenendo, è perché altri non hanno voluto sentire ragioni”.

Spiega Calndrini che “Fondi e Terracina partivano da due situazioni speculari, con due amministrazioni di centrodestra uscenti. Tuttavia a Fondi Fratelli d’Italia è stata completamente esclusa dalla coalizione che ha scelto di candidare in continuità il sindaco facente funzioni Beniamino Maschietto. I tentativi di dialogare, portati avanti da Fratelli d’Italia a tutti i livelli, sono stati respinti. Non ci siamo persi d’animo, e abbiamo trovato in Giulio Mastrobattista il miglior candidato sindaco che potessimo offrire alla città”.

A Terracina c’è invece ancora un margine: “A Terracina – aggiunge Calandrini – restiamo aperti al confronto con tutte le forze politiche che si riconoscono nel centrodestra. Abbiamo sempre posto due sole condizioni: pari dignità tra i partiti componenti della coalizione, e la necessità di riconoscere la bontà dell’operato dell’attuale amministrazione Procaccini-Tintari, che è sotto gli occhi di tutti. È da questo che bisogna ripartire”.

Calandrini lancia un appello alle forze di centrodestra: “Auspico che tutti coloro che credono nell’unità del centrodestra, si adoperino per far sì che a Terracina si possa andare uniti alle prossime elezioni amministrative. Al contrario di quanto accaduto a Fondi, noi non chiudiamo e non chiuderemo mai le porte al dialogo, affinché si arrivi a una soluzione univoca per il bene della città”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: