Autodifesa femminile a Priverno, I “miracoli” del sensei Osanna

2 minuti di lettura

Prosegue il corso di autodifesa femminile e sicurezza sociale organizzato dal Comune di Priverno con la collaborazione dello Showa Dojo Team Osanna. Iniziato lo scorso mese di ottobre nella palestra dell’Istituto comprensivo “Don Andrea Santoro” di via Giacomo Matteotti nel centro collinare lepino, il corso ha visto la partecipazione di diverse decine di donne di ogni età: dalle giovanissime di 9 e 10 anni sino a donne decisamente più mature. Il consigliere Sonia Quattrociocche, delegata alle Pari Opportunità, ha tracciato un primo bilancio di questa esperienza. “Si tratta di una delle prime iniziative adottate da consigliere – ha affermato la delegata alle Pari Opportunità – e non potrei esserne più orgogliosa. Il sensei Enzo Osanna ha fatto un grandissimo lavoro, facendoci diventare cultrici della difesa personale e del ju-jitsu. Anche se mi è capitato di dover rinunciare ad alcune lezioni, ho sempre partecipato con grande interesse ed entusiasmo, arrivando a padroneggiare diverse tecniche di difesa. Un’esperienza stimolante, che mi ha aiutato a conoscere un lato di me che sinora ignoravo”. Il sensei Osanna, cintura nera quarto dan di Ju-Jitsu e sottufficiale dell’Aeronautica militare, ha partecipato in maniera totalmente gratuita alla realizzazione del corso. Inoltre, ha collaborato anche con gli Istituti scolastici privernati alla realizzazione di un video contro il bullismo. “Sono molto soddisfatta di come sia andato il corso – ha continuato il consigliere Quattrociocche. Con l’arrivo dell’estate ci prenderemo una breve pausa, ma alla riapertura delle scuole saremo pronte a tornare a calcare il tatami per imparare nuove tecniche sempre più complesse”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: