NORMA, militare accusato di spaccio: gli sviluppi dell’operazione “Snow Soldier”

2 minuti di lettura

L’hanno chiamata “Snow Soldier”, soldato di neve, molto probabilmente perché al centro delle attenzioni del reparto territoriale di Aprilia c’era la cocaina e un militare che, secondo gli inquirenti, aveva organizzato un’attività di spaccio nel luogo in cui abitava. I clienti lo avvisavano e lui scendeva sotto casa, li salutava e poi consegnava nelle loro mani la quantità di merce richiesta, principalmente cocaina.

I carabinieri della stazione di Norma, nell’ambito di un’operazione coordinata dai militari del reparto territoriale di Aprilia, hanno quindi arrestato un 46enne del luogo, ora destinatario di una misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal gip del tribunale di Latina.

All’uomo i militari sono arrivati dopo un’attenta analisi del territorio che aveva da qualche tempo fatto emergere un aumento di persone fermate e trovate in possesso di stupefacenti, piuttosto insolito per un piccolo paese come quello sui Lepini. Gli inquirenti hanno iniziato a monitorare i movimenti, arrivando alla fine a capire da dove partiva quello spaccio di sostanza stupefacenti, proprio dalla casa del militare dell’esercito, fino a ieri insospettabile e incensurato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: