HANDBALL, l’HC Cassa Rurale Pontinia centra la 13esima vittoria consecutiva superando anche Prato

7 minuti di lettura

TUSHE PRATO – HC CASSA RURALE PONTINIA 25-42 (14-21 p.t.)
TUSHE PRATO: Svigac 8, Micotti 3, Amerighi 2, Rubbino, Borrini 7, Della Maggiora, Niccolai 1, Blaj, Sandroni, Barbieri, M. Rossi 1, V. Rossi, Martinelli 2, Ucchino 1, Felet, D’Avossa. All. Guida
HC CASSA RURALE PONTINIA: Ramazzotti, Manzo 1, Podda 7, Conte 2, Colloredo 6, Sitzia, D’Ambrosio 1, Cialei, Notarianni 4, Bassanese 6, Panayotova 5, Radovic 7, Gomez, Crosta 3. All Laera – Nasta
Arbitri: Bertino e Bozzanga

L’HC Cassa Rurale Pontinia fa tredici. La formazione guidata dai coach Antonj Laera e Giovanni Nasta ha superato il Tushe Prato centrando la tredicesima vittoria consecutiva in serie A1, il massimo campionato nazionale di pallamano femminile. Con questo successo la squadra di Pontinia sale a 26 punti, al vertice della classifica, inseguita a una sola lunghezza dalla corazzata Salerno che ha vinto il match con l’ambiziosa Erice superata in classifica dal Brixen, attuale terza forza della serie A1. Ora per il Pontinia ci sarà la pausa del campionato, il concentramento Under 20 e poi le Finals di Coppa Italia. «La nostra determinazione ha prevalso sugli avversari, una squadra che ha approcciato bene la partita e ha provato a metterci in difficoltà fin da subito – spiega coach Antonj Laera, alla guida del Pontinia dall’inizio di questa stagione – Dal canto nostro posso dire che in attacco abbiamo fatto una bella partita ma va detto che potevamo fare meglio in alcune situazioni di difesa. Siamo contenti, ora dobbiamo riposarci dopo questa trasferta molto lunga e preparaci già alla prossima partita che sarà per noi una sfida fondamentale per il resto della stagione e anche per la nostra crescita».

La squadra di Pontinia ha legittimato la vittoria restando praticamente sempre avanti: dopo aver chiuso il primo tempo con il vantaggio di 14-21 Luisella Podda e compagne hanno continuato a macinare gioco (18-30) arginando anche le folate della formazione toscana che ha cercato di restare sempre agganciata alla partita. A dieci minuti dal termine della partita il Pontinia è avanti 22-35 con le giocatrici del presidente Mauro Bianchi in costante controllo del match: gli allenatori hanno dato ampio spazio a tutta la rosa a disposizione gestendo le rotazioni. Con il 24-39 il Pontinia crea uno strappo importante e spezza in due la partita (a cinque minuti dalla sirena) fino alla fine della sfida che s’è chiusa 25-42.

«La partita è stata sicuramente una conferma di quanto abbiamo fatto fino ad ora e di quanto lavoro e impegno ci sia dietro da parte di tutte e tutti – ha aggiunto Luisella Podda – forse siamo partite un po’ contratte e Prato ha delle ottime capacità di gioco che ci hanno messo in difficoltà nei primi minuti: siamo state comunque brave a riprenderci immediatamente e a fare delle ottime cose, sopratutto nel secondo tempo. Ovviamente l’umore è altissimo, sentiamo di essere una squadra e forse questa è la nostra vera forza, oltre che il fatto di avere sicuramente delle ottime giocatrici e una società dietro che fa un ottimo lavoro insieme agli allenatori. Adesso l’obiettivo principale diventa la Coppa Italia, dobbiamo cercare di rimanere concentrate per andare avanti il più possibile data l’importanza dell’impegno: speriamo tutte insieme di fare ancora bene e cercare, inoltre, di continuare a esprimerci così sia a breve nelle partite di Coppa che nella restante fase di campionato. Abbiamo voglia di continuare a vincere ma cerchiamo di stare coi piedi per terra perché sappiamo bene esserci tante insidie e tante squadre valide che non ci permettono mai di sottovalutare le gare». Molto determinata anche Eleonora Colloredo. «Siamo contente di questa vittoria, non era una partita scontata, abbiamo giocato una buona gara e ognuna ha dato il massimo – aggiunge la giocatrice friulana – Siamo soddisfatte ma dobbiamo ancora lavorare, abbiamo un bel gioco corale passo dopo passo stiamo diventando una vera squadra. Stiamo sicuramente passando un momento positivo e si vede sul campo dobbiamo continuare così senza mollare. Adesso ci aspetta la coppa Italia dove vogliamo sicuramente fare bene. Ci stiamo allenando ad alta intensità i tecnici ci aiutano a crescere sempre più. Siamo sempre più unite si respira una bella aria dobbiamo continuare così».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: