SUD PONTINO, studenti a casa per la pioggia e Servizio mensa d’asporto

2 minuti di lettura

Nel Sud pontino nonostante le ordinanze emanate dalle amministrazioni locali causa maltempo, in previsione del ciclone Poppea, i genitori del sud pontino oltre a ritrovarsi i figli a casa, ieri mattina si sono visti decurtare dal proprio portafoglio on-line, la somma della fruizione del primo ordinario. Un problema che si poteva risolvere immediatamente con il contestuale invio delle ordinanze presso gli uffici dei servizi amministrativi, riferisce il Segretario Generale CGIL Spi Sud Pontino Salvatore PULVIRENTI che immediatamente si è attivato sul Comune di Minturno,  che subito sta risolvendo la problematica, gesto di un amministrazione che pur avendo trascurato qualche particolare considerato l’emergenza in atto, istantaneamente è corsa ai ripari, quindi grazie ai referenti, adesso insieme alla nostra segreteriasentiremo gli altri Comuni per sollevare il disagio delle famiglie, perché in questo caso non è una dimenticanza del genitore provvedere alla sospensione del servizio, ma una necessità.Infine riferisce il Segretario, invito tutti i genitori a verificare ed acontattare gli uffici delle amministrazioni per provvedere al reintegro dell’importo decurtato ed a segnalarci ulteriori anomaliepresso le nostre sedi della CGIL, così da poterle rappresentare . Un plauso ai volontari, alla protezione civile, alle forze dell’ordinee alle amministrazioni che stanno fronteggiando questa emergenza sin da ieri senza sosta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: