COVID-19: Lezioni da imparare, dicono i revisori dei conti dell’UE

1 minuto di lettura

Il sistema centralizzato su misura dell’UE per l’approvvigionamento di vaccini è riuscito a creare un portafoglio inizialmente diversificato di candidati al vaccino e ad procurarsi dosi sufficienti di vaccini COVID-19. Tuttavia, l’UE ha avviato gli appalti più tardi del Regno Unito e degli Stati Uniti, e quando si sono verificati gravi carenze di approvvigionamento nella prima metà del 2021, è diventato chiaro che la maggior parte dei contratti firmati dalla Commissione europea non includeva disposizioni specifiche per affrontare le interruzioni dell’offerta. La performance del processo di appalto non è stata sufficientemente valutata, conclude una relazione speciale pubblicata oggi dalla Corte dei conti europea (ECA). I revisori dei conti osservano inoltre che la Commissione non ha ancora esaminato o valutato tale processo per trarre insegnamenti per il futuro, né attualmente prevede di testare il suo sistema di approvvigionamento pandemico attraverso stress test o simulazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: