ROCCAGORGA, il folklore sbarca in paese con “È tempo d’altri tempi, dalla Marittima alla Campagna”

6 minuti di lettura

Al via a Roccagorga il Progetto “È tempo d’altri tempi, dalla Marittima alla Campagna” – Un Viaggio nelle tradizioni e nella musica popolare tra i Lepini e la Ciociaria –, un’iniziativa che vuole caratterizzarsi come un appuntamento di approfondimento culturale, formativo e di spettacolo volto alla valorizzazione  della musica e della danza popolare, ma anche delle tradizioni locali.  “È tempo d’altri tempi, dalla Marittima alla Campagna” è un progetto dell’Associazione Culturale “Gerardo Restaini” di Roccagorga (LT), che vede come partner ufficiali principalmente la REGIONE LAZIO, l’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani, i Comuni di ROCCAGORGA (LT), MAENZA (LT), PROSSEDI (LT), TERELLE (FR) e FONDI (LT), le PROVINCE di LATINA e FROSINONE e diverse associazioni culturali operanti nei territori coinvolti. L’edizione 2022 della manifestazione si svolgerà in piena estate fino al mese di settembre 2022, in diversi Borghi e paesi tra la Ciociaria ed i monti Lepini, con intere giornate di appuntamenti culturali, laboratori di musica e danza, etnica e popolare, con concerti di musicisti ed artisti nazionali e internazionali, in primis con i giovani artisti del territorio del Lazio, un progetto rivolto anche alla scoperta dei sapori, dell’artigianato e delle emozioni di un tempo. L’associazione ‘Gerardo Restaini’ e la sua presidente Lubiana Restaini con questa iniziativa hanno voluto regalare alla città e all’intera comunità una serata all’insegna della multiculturalità e dell’apertura nei confronti di tutte le tradizioni: un modo per ricominciare a vivere dopo due anni caraterizzati dalle tante limitazioni conseguenti alla pandemia.

La musica, il canto e la danza popolare, sono sicuramente alcune delle più importanti espressioni umane, che ci permette di comprendere il nostro passato, quel passato più o meno recente su cui si fondano le nostre radici. Attraverso le tradizioni popolari si percepiscono le condizioni sociali dei nostri antenati, i loro bisogni umani legati al lavoro, all’amore, alla religione, ai giochi. Questa sera a ROCCAGORGA, nel centro storico ed in Piazza VI Gennaio, sarà organizzato il FESTIVAL MONDIALE DEL FOLKLORE, con lo scopo di incoraggiare l’integrazione culturale, sociale e artistica attraverso i valori che le tradizioni portano con sé, e in questo contesto sarà più immediato far conoscere nei territori coinvolti le tradizioni dei nostri antenati in una sorta di confronto con quelle del mondo. Il Festival ospiterà gruppi folkloristici provenienti da diverse parti del mondo e dall’Italia.

In questa occasione si esibiranno gruppi provenienti da: COLOMBIA, BRASILE, URUGUAY, GEORGIA, NUOVA ZELANDA,  mentre per l’Italia ed il Lazio si esibiranno gli Sbandieratori del LEONE RAMPANTE di Cori. I gruppi saranno il fulcro e i protagonisti della giornata di folklore e musica popolare a Roccagorga e di tutto ciò che essa comprende. Le attività avranno inizio a partire dal pomeriggio e fino a notte inoltrata con l’animazione degli sbandieratori, con la una Parata internazionale del folklore per le strade e i vicoli dell’antico Borgo e con la Serata di Folklore mondiale, attività culturali che coinvolgeranno la cittadinanza ed i numerosissimi turisti che arriveranno per assistere a questo straordinario spettacolo. I gruppi saranno accolti dal Commissario Prefettizio di Roccagorga, Dott. Domenico Talani, e la Presidente dell’Associazione “Gerardo Restaini”, Dott.ssa Lubiana Restaini, nonché coordinatrice della Consulta dei Piccoli Comuni di ANCI Lazio che ha fortemente voluto il ritorno del Latium Festival – Festival Mondiale del Folklore a Roccagorga. Questa giornata di folklore e tradizioni provenienti da tutto il mondo sarà organizzata con la collaborazione dell’Associazione Culturale “Festival della Collina” di Cori e di operatori culturali e sociali della Città di Roccagorga.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: