REGIONE LAZIO, Confindustria, martedì è andata in scena la tappa del Roadshow sul territorio 2021 a Unindustria

5 minuti di lettura

Con la tappa di martedì 19 a Roma, in Unindustria, il Roadshow sul territorio, in vista di Connext 2021, in programma al Mico di Milano il 2 e il 3 dicembre, si avvia alla conclusione. In poche settimane, oltre 300 aziende si sono iscritte sul Marketplace e 200 imprese hanno aderito a Percorso Startup.

L’iniziativa rappresenta una grande occasione di confronto tra tutti gli attori del mondo economico che, attraverso la forza del network, intende supportare in modo concreto le imprese a gestire e guidare le trasformazioni in atto, implementando la loro competitività sui mercati globali attraverso percorsi ad alto valore aggiunto e nuove partnership. Una piattaforma di relazioni dinamica basata sull’integrazione orizzontale e verticale, la crescita delle Filiere, la contaminazione con il mondo delle Startup e il dialogo con la Pubblica Amministrazione.

Alla tappa di martedì hanno partecipato Maurizio Marchesini, Vice Presidente di Confindustria per le Filiere e le Medie Imprese, Francesca Mariotti, Direttore Generale di Confindustria e Angelo Camilli, Presidente di Unindustria.

Il sistema delle imprese del Lazio è ben consapevole dell’importanza e del valore di questa iniziativa, che già nella precedente edizione ha trovato un grande riscontro da parte delle aziende del nostro territorio – ha dichiarato Angelo Camilli Presidente di Unindustria – Come già accadde con Unirete, il B2B di Unindustria dedicato al networking e al business per la crescita di aziende e territorio, la nostra associazione parteciperà attivamente con le sue imprese, mettendo a fattore comune esperienze e know-how che fanno grande il nostro tessuto imprenditoriale. L’edizione di Connext 2021 è un segnale di ripresa, con una formula rinnovata nei contenuti e nelle modalità di partecipazione, un’ occasione unica per rivisitare il senso di appartenenza al Sistema, ma anche per valorizzare pienamente il ruolo di grande business community, per creare occasioni di partnership, networking ed immaginare nuove strategie

Le filiere saranno protagoniste nel nuovo scenario competitivo: sono sinonimo di flessibilità, resilienza e capacità di produrre beni e servizi tagliati sulle nuove esigenze dell’utente finale. Per questo, Connext punta su progetti flagship integrati, in linea con i driver del PNRR, e sulla valorizzazione dei programmi di ricerca sulle value chain strategiche della Commissione europea”, ha spiegato Maurizio Marchesini, Vice Presidente di Confindustria per le Filiere e le Medie Imprese. “Inoltre, abbiamo apportato una profonda rilettura rispetto all’edizione precedente, scegliendo di articolare Connext 2021 nei quattro assi portanti che caratterizzeranno gli anni a venire: Fabbrica intelligente, Città del futuro, Pianeta sostenibile, Persone Scienze della vita e progresso”.

Con questa edizione di Connext puntiamo a superare i numeri della precedente, che vide la partecipazione di 7.000 imprenditori e di circa 500 espositori. Per questa ragione, la nostra iniziativa a livello nazionale, non è nuova: il progetto UniRETE lanciato da Unindustria con un grande successo sul territorio, infatti, è un precursore di Connext”, ha affermato Francesca Mariotti, Direttore Generale di Confindustria. “Quest’anno, per fronteggiare la pandemia e favorire la più ampia partecipazione, sarà possibile prendere parte all’evento al Mico di Milano anche attraverso la dimensione virtuale. La nostra sfida, infatti, è quella di accompagnare le imprese lungo un percorso virtuoso finalizzato al potenziamento del proprio know-how, inteso sia in termini di innovazione che di competenze, e alla creazione di partnership funzionali a potenziare la competitività delle singole imprese e di tutto il sistema economico”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: