LATINA, fuori Abbi Cura Di Me: il secondo singolo tratto da L’Amore Dietro Ogni Cosa di Simone Di Matteo

4 minuti di lettura

Venerdì 21 maggio è stato rilasciato Abbi Cura Di Me, secondo singolo estratto dal progetto discografico di prossima uscita per la New Music InternationalL’Amore Dietro Ogni Cosa”, integralmente concepito dall’omonimo libro dello scrittore Simone Di Matteo e interpretato da Andrea Crimi

Le parole tornano a farsi musica.  Dopo il debutto sulla scena musicale nostrana grazie ad Anne, la prima delle tredici tracce che compongono l’intero concept album, L’Amore Dietro Ogni Cosa torna ad incantare il pubblico con Abbi Cura Di Me. Dalle delicate atmosfere e una melodia travolgente, il brano rappresenta la storia di un amore finito e degli strascichi che questo si porta dietro. Ricordi, sensazioni, occasioni mancate e sacrifici. Un invito alla perseveranza nel coltivare ciò che lo merita davvero, si tratti di una relazione amorosa, di un rapporto di amicizia o altro, e senza farsi distrarre dai variopinti orpelli che la vita ci pone davanti, perché ogni cosa è possibile solo se si è disposti realmente ad amare. 

Nato dalla penna di Simone Di Matteo, in collaborazione con il paroliere pontino Simone Pozzati, il pezzo è impreziosito dalla produzione musicale dell’arrangiatore Mario Natale, già noto per la sua vittoria in qualità d’autore e direttore d’orchestra del Festival di Sanremo con i Matia Bazar nel 2002 e nella categoria Giovani con Laura Bono nel 2005, oltre che per le sue collaborazioni con artisti nazionali e internazionali del calibro di Grignani, Jovanotti, Fiorello, Patty Pravo e Bertè, e sarà disponibile on line su tutte le piattaforme virtuali e nei migliori digital stores a partire dal 21 maggio. Alle chitarre troviamo Simone Sciarresi e Chiara Carcano, mentre alla batteria Paola Caridi.

Ad accompagnare il tutto il video ufficiale, quest’ultimo prodotto da Modo Agency per la regia di Nicola Marrapodi e Bruno Trombetta, con l’attore e modello Andrea Candeo e la ballerina Sophia Carbonaro in veste di protagonisti, che verrà rilasciato in contemporanea con la canzone. Girata in Villa Borzino a Busalla (GE) con il patrocinio del Comune e dell’Assessorato alla Cultura, la clip racconta con un tocco noir l’eterno sfiorarsi di due anime, tra i petali dell’ignoto e il pallido grigiore del ricordo, in una danza al di là del tempo che li avvicina, senza che però riescano mai a toccarsi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: