LATINA, solideriatà a Coletta da parte della GCIL

3 minuti di lettura

La GCIL – Camera del lavoro territoriale Frosinone-Latina ha diramato un comunicato, in cui viene espressa solidarietà nei confronti del sindaco di Latina Damiano Coletta, dopo gli incresciosi episodi verbali avvenuti durante la protesta di lunedì 26 ottobre sera contro le disposizioni del nuovo DPCM.

«Lunedì 26 ottobre sera la città di Latina ha assistito all’ennesimo scempio della civile convivenza e del rispetto che dovrebbe caratterizzare in positivo una comunità. Durante la legittima manifestazione di tanti esercenti, ristoratori, titolari di pubblici esercizi e di piscine e palestre, gruppi di facinorosi riconducibili, secondo le ricostruzioni giornalistiche, all’estrema destra pontina, sono scesi in piazza più per creare scompiglio che per palesare un malcontento o una solidarietà, trasformando quella che era nata come una pacifica manifestazione in una strumentale gazzarra politica. Fumogeni, petardi e striscioni, braccia destre alzate nell’aberrante saluto fascista, ma anche ignobili cori e insulti contro il premier Conte, contro il sindaco Coletta e i giornalisti, hanno sporcato l’iniziativa.

La Camera del Lavoro CGIL Frosinone Latina condanna fermamente tali metodologie di protesta e denuncia l’imbarbarimento di tali comportamenti che sempre più spesso gettano discredito e vergogna, minando i fondamentali diritti democratici alla libera espressione e libertà di manifestazione. La CGIL Frosinone Latina esprime la sua più sentita solidarietà al Sindaco Damiano Coletta, vittima del vile e volgare attacco perpetrato ieri sera da esponenti di frange politiche antidemocratiche e vicinanza agli operatori dei settori colpiti, ai lavoratori e a tutti coloro che, a causa dell’emergenza epidemiologica, stanno vivendo un grave disagio sociale, e ribadisce tutto il suo impegno affinché nella nostra città si mantenga un civile e rispettoso confronto politico, basato sulle idee e i progetti e non sulle offese e le intimidazioni».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: