LATINA, amministrazione comunale al lavoro su mobilità sostenibile e nuova gestione degli spazi

3 minuti di lettura

Il Comune di Latina è al lavoro per far ripartire l’economia cittadina. Mobilità e commercio sono gli elementi sui quali in questi giorni si sta puntando al massimo per affrontare la Fase 2 dell’emergenza Covid-19.

«È da poco stata pubblicata la delibera di giunta che pone le basi per attuare le iniziative e gli interventi per una mobilità sostenibile che prevede l’istituzione di altre zone 30, Ztl e isole pedonali (temporanee e definitive), piste ciclabili, bike line; la realizzazione di zone di scambio, corsie preferenziali per il tpl, stazioni di ricarica elettrica aperte a tutti; l’avvio della micromobilità. Finalmente andiamo quindi verso la rivoluzione della mobilità che da sempre auspichiamo e sulla quale lavoriamo sin dal nostro insediamento», ha commentato Dario Bellini, capogruppo di Latina Bene Comune e consigliere con mandato del sindaco alla mobilità sostenibile.

Nel frattempo, continua il dibattito consiliare per individuare gli strumenti per far ripartire l’economia cittadina, agevolando i commercianti nella gestione degli spazi rendendoli più attrattivi grazie alla collaborazione tra Comune, esercenti e associazioni.
«Il primo strumento a disposizione», ha spiegato Marco Capuccio, presidente della commissione Attività produttive, «è proprio il Suap, che ha recepito le facilitazioni messe in campo dal governo per la sburocratizzazione, velocizzando la gestione delle pratiche per l’ampliamento degli spazi, con l’obiettivo di fornire una risposta entro dieci giorni lavorativi dal ricevimento dell’istanza. Un’azione concreta che, di base, fa risparmiare settimane di tempo agli esercenti. Un aspetto che si sta valutando e del quale si è iniziato a parlare in commissione, riguarda l’individuazione di strade da trasformare in ztl ed isole pedonali fisse o temporanee, che permetteranno di rendere fruibili in modo diverso gli spazi, facendo incontrare il commercio, l’economia e la movida anche con l’arte, la cultura, l’associazionismo. Insomma è nostra intenzione creare un’offerta il più possibile completa e che possa soddisfare tutti, sia chi lavora sia chi vive in città».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: