VOLLEY, Oreste Cavuto sbarca a Cisterna: “Il progetto qui è ambizioso e io credo fortemente nel lavoro”

6 minuti di lettura

Alla Top Volley Cisterna arriva anche Oreste Cavuto. Lo schiacciatore di Lanciano, classe 1996, è uno dei martelli più interessanti del panorama italiano ed è un patrimonio del volley azzurro visto che già dal 2018 fa parte stabilmente della Nazionale. Cavuto, cresciuto nelle giovanili di Trento, ha già un’esperienza importante in Superlega visto che con i trentini ha vinto Coppa Cev e Mondiale per Club e in carriera vanta anche un Oro ai Giochi del Mediterraneo prima del passaggio a Ravenna. «Arrivo alla Top Volley Cisterna con l’ambizione di dare il 100% ogni giorno in palestra perché credo fortemente che solo con il duro lavoro si possano raggiungere gli obiettivi di squadra – chiarisce Oreste Cavuto, 927 punti realizzati in cinque stagioni di serie A finoraIn questo momento cerco di tenere la forma fisica con alcuni attrezzi che ho a casa e alternando un lavoro aerobico di corsa per poi non partire da zero ad inizio preparazione».

Soddisfatto anche Candido Grande, il direttore sportivo della Top Volley Cisterna. «Siamo molto contenti di aver raggiunto l’accordo con Oreste perché è uno dei giocatori più interessanti tra quelli considerati emergenti anche perché è già nel giro della Nazionale italiana e, oltre a essere un giocatore già pronto per la Superlega, ha dalla sua il vantaggio dell’età e dell’entusiasmo, anche per questo possiamo dire che ha ancora margini di miglioramento».

Oreste Cavuto è il terzo nuovo giocatore annunciato dalla Top Volley Cisterna in questo volley-mercato dopo il biennale all’opposto Giulio Sabbi, il martello francese Kevin Tillie, a cui si aggiunge il prolungamento di contratto per due anni da parte del libero Mimmo Cavaccini. «Mi ha fatto piacere la sua determinazione nella scelta che anche lui ha fatto scegliendo la Top Volley Cisterna e accettando la nostra proposta al posto di altre piazze che lo avevano cercato – aggiunge Candido Grande – l’abbiamo spuntata su un giocatore che ha voglia di venire a Cisterna per migliorare ancora e per continuare il suo percorso di crescita, stiamo parlando di un giocatore che ci può dare molta qualità che negli ultimi anni ha dimostrato di poter già fare bene. La società lo ha cercato con determinazione e lui ha compreso e apprezzato la nostra progettualità: il suo arrivo conferma quanto di buono stiamo cercando di fare in questa fase con un occhio sempre ben fissato sul budget, che rimane da sempre il nostro pensiero primario».

Cavuto è un giocatore nel giro della Nazionale italiana e come tutti si stava preparando con determinazione alle Olimpiadi di Tokyo, poi spostate a causa della pandemia di coronavirus Covid-19. «Nessuno mi ha garantito il posto per Tokyo ma è evidente che me la sarei giocata con tutto me stesso, ora però c’è ancora tempo per parlare di Olimpiadi anche perché la Top Volley Cisterna sta allestendo una squadra molto competitiva quindi mi aspetto di viverla da protagonista dentro e fuori dal campo con i miei compagni, anche perché dal mio punto di vista dovremo essere bravi a creare un bel gruppo che poi risulta essere sempre un valore aggiunto nel corso del campionato – riprende Cavuto – L’unica cosa che posso dire nelle partite giocate contro la Top Volley è che provare a vincere a Cisterna non è mai stato scontato, quindi mi aspetto che sia così anche per i nostri avversari della prossima stagione». Poi il discorso dello schiacciatore si sposta sulle ambizioni e analizza anche la guida tecnica della squadra: «Ho scelto Cisterna per il progetto della società che mi ha attirato molto e per le ambizioni della squadra, non per ultimo, credo che il coach Tubertini possa essere un ottimo condottiero alla domenica ma anche un allenatore che può aiutarmi nel continuare il percorso di crescita».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: