SEZZE, in un video il messaggio che l’arte non si fermerà mai

3 minuti di lettura

Un video di poco più di 3 minuti, particolarmente emozionante e ricco di spunti, nato dalla voglia di non arrendersi, di non fermarsi e di non mollare. E’ questa la proposta di Spazio33, il progetto dell’associazione culturale “La Macchia”, i cui docenti si sono messi nuovamente alla prova sulla base della canzone Mad World. Un monologo intervallato dalle immagini delle diverse manifestazioni di arte performativa. Un “mondo folle” (come recita il titolo del brano scelto per la clip) dove la gente si guarda intorno priva di una meta e con gli occhi pieni di lacrime per tutto quello che stiamo vedendo e vivendo. Un momento difficile di introspezione, dove lo sguardo non è più verso l’esterno ma diventa interiore: “Dalla difficoltà – hanno spiegato i responsabili del sodalizio setino Gianluca Panecaldo e Pierluigi Polisena – arriva la voglia di farcela e il pensiero vola a quando sarà il momento di ripartire con la stessa forza che ci contraddistingue da sempre e la sicurezza che andrà tutto bene. Non ci siamo arresi dal primo momento – hanno spiegato i responsabili dell’associazione – tra lezioni, video lezioni, video tutorial. Abbiamo messo in campo tutte le nostre forze sfruttando il web e cercando di essere più vicini possibile a tutti i nostri ragazzi e di supporto alle famiglie. La vita, anche se con poca libertà, continua e non vogliamo fare mancare nulla di quello che è stato e che tra poco riprenderà. Il video infatti – hanno concluso Panecaldo e Polisena – nasce soprattutto per dimostrare ai ragazzi che anche stando a casa si può realizzare creare e continuare a crederci”.

GUARDA IL VIDEO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: