Il nuovo concorso editoriale di Fusibilia Libri segue l’esperimento sociologico compiuto con “Caro bastardo ti scrivo” e “Sono bella ma non è colpa mia, l’inconvenienza dell’avvenenza”, due pubblicazioni antologiche diventate, insieme a “Il morso verde. Racconti dalle acque dell’invidia”, un grande successo editoriale. La casa editrice FusibiliaLibri conferma la sua inclinazione provocatoria a sviscerare questioni sociali di frontiera, ponendo sul piatto ancora una volta un tema dai risvolti raggelanti, il femminicidio, che quotidianamente riempie le cronache dei media. L’Istat da anni registra numeri da mattanza per le donne che, esercitando la propria autonomia decisionale, si affrancano dai canoni patriarcali, da regole che convergono sull’ossessivo dominio e controllo delle donne e che ancora condizionano gli schemi sociali. Il femminicidio è una piaga sociale che produce emergenze a effetto domino: tra le più devastanti quella costituita dal numero di bambine e bambini privati della mamma ma anche del padre, o suicida o imprigionato; in 12 anni questa violenza ha prodotto 1600 orfani, un’infanzia lacerata lasciata a un futuro tracciato di ricordi spaventosi, perché ci sono molti tra loro che assistono al delitto. Sottolineando il valore della scrittura come atto politico, strumento di denuncia e resistenza sociale, con questa nuova chiamata alla testimonianza della parola letteraria tra poesia e prosa, aperta a tutte le autrici e a tutti gli autori, Fusibilia intende realizzare un volume collettaneo per la collana che già comprende le antologie di argomenti sociali “Caro bastardo ti scrivo”, “Sono bella ma non è colpa mia”, “Il morso verde”. Un esperimento socio/letterario a cura di Dona Amati, Annamaria Giannini e Antonella Rizzo, realizzato in collaborazione con il sito ‘www.inquantodonna.it – Osservatorio sul femminicidio in Italia’ della blogger Emanuela Valente. La prefazione al libro sarà firmata da Susanna Schimperna, nota giornalista, scrittrice, astrologa.
Per il regolamento e informazioni l’indirizzo web è http://www.fusibilia.it/?p=5319

Antonia Rizzo