FONDI, sanità e promesse elettorali, Calandrini: “Ospedale di Fondi un’utopia”

2 minuti di lettura

“C’è bisogno di più sanità e non di meno sanità, – dichiara Calandrinituttavia non credo sia serio promettere agli elettori di Fondi un nuovo ospedale. Capisco che in campagna elettorale alcuni candidati si sentano liberi di fare ogni tipo di annuncio, nella speranza di strappare qualche voto, ma è bene distinguere ciò che è realizzabile da ciò che è pura utopia. Un nuovo ospedale a Fondi rientra nella categoria delle utopie.

Fondi ha già un ospedale che deve essere potenziato e non certo abbandonato a favore di una struttura che non sorgerà mai. Al contrario – continua Calandrini- bisognerà premere sulla Regione Lazio affinché la smetta con la politica degli annunci e faccia arrivare finalmente a Fondi i soldi necessari per potenziare l’ospedale. Io stesso valuterò di presentare proposte da inserire nella prossima legge di Bilancio che possano andare a rafforzare tali risorse.

L’ospedale deve diventare punto di riferimento per Fondi ed il suo circondario. È impensabile recarsi altrove, come succede oggi, ad esempio, perché la sala raggi è chiusa, così come il reparto di chirurgia. Perché ciò non accada ancora, è indispensabile che il Pronto Soccorso sia ammodernato, pienamente efficiente, in particolare è necessario che sia reso operativo l’elitrasporto. È ora che siano aperti – conclude Calandrini- quei reparti sempre promessi e mai avviati. È urgente istituire un servizio di sicurezza, troppe volte abbiamo appreso di personale medico-sanitario vittima di aggressioni. Infine è necessario che la struttura sia dotata di personale medico sanitario e di macchinari adeguati all’utenza. Tutto questo è possibile, il resto sono sogni”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: