Manca poco per la IV edizione dell’evento estivo per eccellenza che dal 2016 trasforma la città di Priverno in uno scenario fiabesco dove la storia diventa racconto. Svicolare in punta di piedi avanti e indietro nello spazio e nel tempo in un viaggio a ritroso in quei luoghi di memoria che per l’occasione mutano in grandi palcoscenici a cielo aperto la cui direzione artistica appartiene agli stessi abitanti del posto. Un’interazione tra identità e ambiente , tra persone e patrimonio locale che farà di questa edizione un suggestivo strumento di valorizzazione e promozione di una città d’arte ricca di tesori ancora tutti da scoprire. La manifestazione, in programma i giorni 25,26,27 luglio, organizzata dal Comune di Priverno in collaborazione con l’A.T.C.L. Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio e altre Associazioni locali nell’ambito di una progettazione ampia e integrata, accoglie, intreccia e rielabora tutte le occasioni culturali, educative e sociali del territorio creandone un progetto di ampio respiro che porta il nome di “Invasioni Creative”. “Svicolando 2019 – Suoni, sapori e suggestioni, di ieri e di oggi”, nato da un’idea dell’amministrazione comunale di rigenerare il rapporto tra i cittadini e il centro storico, vuole essere una macchina del tempo in grado di catapultare il visitatore in una periodizzazione emozionale che va dalle radici medioevali del territorio, all’epoca rinascimentale fino ad arrivare alla contemporaneità. In particolare la serata del 25 luglio, sarà dedicata al Medioevo e come in un dipinto di Cimabue, pennellate di arti, mestieri, tradizioni e cibi di una volta tingeranno la tela privernate. Chiese e i Palazzi del XI-XII secolo saranno aperti al pubblico, nello specifico le chiese di San Giovanni Evangelista, di San Tommaso, e di San Benedetto. Musici e giullari sfileranno nei vicoli del centro storico intenti a narrare musicando storie e usanze nel corso di passeggiate letterarie che attraverseranno i luoghi di interesse di questa giornata. La manifestazione avrà avvio presso la terrazza del Museo Civico Archeologico con una cerimonia di benvenuto e si chiuderà con un’installazione di luci e proiezioni ideata e realizzata da Fabrizio Crisafulli, architetto di formazione, regista teatrale e artista visivo. Aromatizzeranno la serata laboratori di erbe officinali ai tempi del medioevo e la sapiente presentazione del libro ‘ ‘Priverno nel Medioevo’ di Edmondo Angelini, noto storico locale. Il 26 luglio Piazza Giovanni XXIII o meglio conosciuta come piazza del Comune, si vestirà di epoca rinascimentale offrendo agli spettatori un elegante e saporito banchetto in un mélange di pietanze, danze e lazzi. Una rievocazione storica che vedrà il gusto dello spettacolo unirsi al gusto della tavola grazie alla preziosa collaborazione dei ristoratori locali, dell’Associazione Palio del Tributo, degli sbandieratori di Priverno e di Cori e vari gruppi di teatro di strada i quali allieteranno il pubblico di commensali in una cena/spettacolo a tema. Il 27 luglio sarà una serata contemporanea in contemporaneo, dedicata alle espressioni artistiche del contemporaneo con particolare attenzione ai progetti sviluppati all’interno dei processi di residenza attivati nei vicoli ed ai talenti artistici del territorio. Oltre ad una fitta programmazione di concerti e di interventi di teatro di strada, danza urbana e street music, grazie alle Invasioni Creative, la quarta edizione di Svicolando porterà in scena una programmazione che vedrà alternarsi artisti del territorio ad artisti di livello nazionale. Una delle piazze più caratteristiche della città,
Piazza Trieste, sarà animata dalle mirabolanti esibizioni della Marlon Banda e dalla compagnia di nuovo Circo Madame Rebinée . Il Marlon Banda Show, un varietà-concerto esilarante dove la comicità fisica e verbale, accompagnata dalla musica dal vivo, spazia tra i vari ambiti della commedia teatrale. Si ride dall’inizio alla fine in un ritmo vorticoso senza via di scampo. Madame Rebinée presenterà ‘ Il Giro della Piazza’, una commedia circense che celebra l’impegno sportivo attraverso una gara rocambolesca, comica e coinvolgente, un percorso ciclistico insidioso che negli anni ha visto lo sbocciare di atleti quali Bartali, Coppi e Pantani e che il 27 Luglio vedrà in pista tre promesse del ciclismo italiano. I tre protagonisti dello spettacolo Andrea Brunello, il ciclista veloce e snello ma soprattutto bello e Tommaso, il ciclista dal grande naso si contenderanno la vittoria. Ospite speciale della quarta edizione di Svicolando sarà la Funky Robbers Street Band. I musicisti che compongono la Band hanno scelto di vivere con maggior connessione emotiva il concetto di performance; la loro non è musica da strada ma è musica per le strade. Altro gruppo ospite della quarta edizione di Svicolando, che animerà gli spazi del convento di Santa Chiara, con un repertorio che spazia dalla musica classica, alle celebri colonne sonore, ai capolavori della musica leggera e contemporanea è Il Quartetto “Orfeus” nato circa un anno fa, all’interno del Conservatorio di Musica “O. Respighi” di Latina. Come nella mitologia greca Orfeo infondeva attraverso il suo canto buon umore a chi lo ascoltava, allo stesso modo il Quartetto “Orfeus” nasce con lo scopo di trasmettere i sentimenti che la musica suscita nell’animo di ciascuno. I progetti speciali della quarta edizione di Svicolando saranno le Residenze artistiche di comunità nei vicoli a cura degli artisti e operatori locali ed il progetto Porte aperte, i quali trasformeranno i propri quartieri di residenza in veri e propri palcoscenici teatrali, luoghi in cui la scenografia apparirà sospesa a sottili fili di memoria.