Passerelle e destagionalizzazione. Sono questi i due temi portati ieri in commissione Ambiente in Comune a Latina. Sul primo punto unanime è stato l’indirizzo della commissione dato agli uffici: monitorare in modo puntuale che i lavori vengano effettuati a regola d’arte e con il massimo dell’efficienza. In commissione era presente il Rup De Monaco, responsabile dei lavori sulle passerelle, il quale ha sottolineato che ne sono state manutenute finora una dozzina su tutto il litorale, con un ritardo accumulatosi a causa del maltempo di maggio che non ha consentito l’esecuzione dei lavori secondo la tabella di marcia. Verifiche sullo stato delle passerelle, nei giorni scorsi sono state eseguite anche dagli stessi consiglieri comunali di maggioranza Dario Bellini e Maria Grazia Ciolfi. “La nota positiva – afferma Bellini, presidente della commissione – è che dove la pendenza del litorale già lo consente, gli scalini delle passerelle saranno eliminati e sostituiti da discese lisce per migliorare l’accesibilità. In tutto ne saranno rifatte cinque, mentre le restanti saranno manutenute”. Sul tema della destagionalizzazione, è passata la proposta di delibera con i voti della maggioranza. Sarà consentito non smontare le strutture balneari a tutti i concessionari che ne faranno richiesta, a fronte della garanzia di un servizio di apertura e fornitura di alcuni servizi collaterali alla balneazione anche durante la stagione invernale, garantendo a tal fine l’apertura di un minimo di almeno 3 strutture balneari in turnazione. “Con la delibera sulla destagionalizzazione portata oggi in commissione Ambiente – spiega Ciolfi, consigliera con mandato sulla marina – si è inteso fornire uno strumento agli operatori ed ai cittadini per incrementare la fruizione del nostro litorale anche nella prossima stagione invernale. Consapevoli delle difficoltà strutturali che vivono i nostri balneari ed i gravi fenomeni erosivi che interessano il nostro litorale, abbiamo cercato di fornire un giusto compromesso tra questa consapevolezza e il nostro fermo indirizzo politico di destagionalizzare la marina di Latina. Riguardo alle difficoltà degli stabilimenti su palafitta a lavorare di inverno per le esigue dimensioni – puntualizza – non possiamo dimenticare che le autorizzazioni furono date dalle precedenti amministrazioni con quelle precise prescrizioni anche volumetriche: si parla di piccole strutture amovibili, in accordo alla normativa vigente ed all’esigenza di tutelare il nostro litorale; esigenza che anche noi condividiamo e che siamo sicuri condividono anche i nostri operatori poiché dalla tutela di questo bene prezioso dipende anche la loro attività imprenditoriale. Quindi sarà fatto tutto il possibile nel rispetto della normativa e dell’ambiente e auspico che gli imprenditori della marina sapranno cogliere questa opportunità. Riguardo al ripascimento, annoso problema del litorale e sollevato dal rappresentate dei balneari – conclude Ciolfi – devo precisare che i fondi regionali destinati al comune di Latina non sono ancora stati resi disponibili dalla Regione Lazio. I nostri uffici sono pronti con delibera di impegno di spesa e non appena saranno disponibili potranno essere utilizzati per il ripascimento”. “Poniamo la massima attenzione al mare, soprattutto in questo periodo – ha aggiunto il capogruppo Bellini – La destagionalizzazione è fortemente voluta da questa ammistrazione e speriamo nella massima adesione degli operatori per garantire i servizi anche nella stagione invernale. Riguardo al nostro litorale, certamente ha ampi margini di miglioramento, ma molto si sta già facendo: a partire dalle navette, dalla potatura della vegetazione che molto spesso occupava la carreggiata delle auto sul lato sinistro del litorale e che era una manutenzione che non si faceva da anni; è stato attivato il diserbo sulla pista ciclabile vicina al porto-canale di Rio Martino. Possiamo garantire che agli sforzi degli operatori per lo sviluppo e la cura della marina si affiancheranno quelli dell’amministrazione”. In merito ad alcune polemiche che ci sono state in commissione, invece, risponde Ciolfi: “Al consigliere Marchiella che mi ha accusato di mentire ai cittadini e di non aver programmato nulla e a Carnevale che ha malamente definito il nostro litorale, ricordo le proposte da me avanzate come delegata alla marina ed in corso di realizzazione per questa stagione: il piano del TPL che servirà finalmente anche il lato sinistro; la possibilità di destinare a parcheggio temporaneo per i mesi estivi anche aree rurali adiacenti o limitrofe alla marina; l’istituzione della bau beach; i bagni chimici in legno; passerelle per disabili con possibilità di utilizzo gratuito delle sedie job pubbliche; gli erogatori di acqua potabile e compattatori pet (due moduli) sul lungomare; il riposizionamento delle docce pubbliche sull’arenile; l’apertura della spiaggia di Via Valmontorio; i mercatini su Piazzale dei Navigatori e sulla Strada Lungomare nell’ambito del piano del commercio su aree pubbliche; la riqualificazione e la pedonalizzazione del Piazzale dei Navigatori; la mozione Latina Plastic Free e Smoke free presentata insieme alla consigliera Valeria Campagna; la pubblicazione da parte del Comune del bando per gli eventi estivi che quest’anno comprendono anche la marina. In realtà la programmazione per quanto mi riguarda è iniziata, tra mille difficoltà, il primo anno di mandato. Auspico che gli indirizzi dati siano attuati nei tempi stabiliti ed accolgo l’invito dei consiglieri Calvi e Coluzzi a fare di più e ad iniziare ancora prima la stagione balneare il prossimo anno: anzi, rilancio dicendo che la grande scommessa sarà non chiuderla proprio e continuare con una stagione balneare “lenta” per tutto l’inverno, sicura che i cittadini di Latina apprezzeranno e sapranno vivere il nostro lungomare anche nei mesi più freddi”.