Durigon e Calandrini: superficiali o in malafede ? Ignoranza? Malafede? Probabilmente faciloneria, approssimazione , superficialità – si legge nella nota diffusa a mezzo stampa da Claudio Moscardelli – Durigon e Calandrini, autorevolmente supportati, corrono verso la perdita di 500 milioni di euro oggi stanziati dal CIPE per l’Autostrada Roma Latina e la bretella Campoverde -Cisterna – Valmontone , unica gara d’appalto in più lotti . La gara d’appalto deve essere terminata come ha stabilito il Consiglio di Stato. Durigon della Lega vuole abbandonare l’Autostrada ( si perdono così i 500 milioni di euro del CIPE) per la messa in sicurezza (significa solo riasfaltare e segnaletica ) e non dice dove troverà le risorse per realizzare la bretella peraltro con nuova gara d’appalto. Calandrini oggi chiarisce che vuole allargamento Pontina ma non l’autostrada e che continuare la gara d’appalto fa perdere tempo. Anche qui si perdono i 500 milioni di euro del CIPE per attuale progetto e poi chiedo a Calandrini : per l’intervento con due nuove corsie di emergenza all’attuale Pontina non occorrono un nuovo progetto e una nuova gara d’appalto? Insomma parole in libertà che avranno come unico risultato la fine dell’autostrada come vogliono i grillini. Come segretario provinciale del PD esercito ogni pressione sulla Regione perché prosegua chiudendo la gara d’appalto e attacco gli esponenti di governo o i parlamentari che con le loro dichiarazioni fanno danno al territorio mostrando di non conoscere le procedure. Oppure sono in malafede. Gli unici polli sono i cittadini di questo territorio che vedranno perse risorse e autostrada.