21 lettere come quelle dell’alfabeto, 21 punti cardine sui quali far ripartire la città di Sermoneta. Un verbo, ripartire, che fa comprendere come ci sia la necessità di tornare ai fasti di un tempo e di rimettere in sesto alcune cose che nel corso degli ultimi anni si sono perse. Parte da questi presupposti Giuseppina Giovannoli nel programma che sta sottoponendo all’attenzione dei suoi concittadini in vista delle elezioni del prossimo 26 maggio. 21 temi, rigorosamente in ordine alfabetico, tra i quali spiccano sostegni efficaci nei confronti del comparto agricolo, un occhio di riguardo verso la crescita delle borgate con l’istituzionalizzazione di comitati per avere un rapporto diretto tra i rappresentanti dei cittadini e l’amministrazione, il centro storico, con l’obiettivo di rendere il borgo nuovamente il biglietto da visita della comunità, tramite pulizia costante, manutenzioni ordinarie dei vicoli, disciplina del traffico e soprattutto nuovi parcheggi e parcheggi a pagamento per i turisti. Sempre riguardo al centro storico un passaggio del programma riguarda il decoro urbano e un ritrovato senso civico per scoraggiare chi sporca le bellezze locali. Particolare attenzione anche all’edilizia scolastica e alle politiche per la scuola, l fiscalità e bilancio, ma anche ai giovani e ai portatori di handicap, che vanno tutelati e difesi. Un punto del programma, inoltre, prevede l’informatizzazione dei servizi, utili a colmare il gap tecnologico tra ente e cittadinanza. Sui lavori pubblici, invece, l’obiettivo è chiaro e si concentra sulle manutenzioni ordinarie, soprattutto sulle strade. Capitoli importanti del programma, infine, riguardano la funzionalità della macchina amministrativa, l’attenzione ai servizi sociali, all’occupazione, ai pendolari, alla qualità della vita, alla raccolta differenziata che dovrà tornare alle percentuali di 5 anni fa, ma anche a sport e associazionismo, al turismo, all’urbanistica, alla cura del verde pubblico, fino ad arrivare alla Ztl e alle “Zone 30” davanti alle scuole: “Il nostro programma elettorale – ha spiegato il candidato sindaco Giuseppina Giovannoli – non è un libro di sogni, ma è formato da proposte concrete e fattibili, che sappiamo come realizzare forti dell’esperienza, ma soprattutto della capacità, competenza e intraprendenza che ci contraddistingue”.