Decine e decine di pali pericolanti sia Enel che Telecom. A lanciare l’allarme è Roberto Reginaldi, coordinatore locale della Lega, che è tornato sull’argomento dopo l’ennesima segnalazione arrivata da un cittadino che si è rivolto allo stesso ex consigliere comunale: “Non se ne può più, oltre che una vera oscenità per un paese civile, sono altamente pericolosi. Il cittadino che mi ha chiamato – ha proseguito Reginaldi – mi ha perfino inviato un video, dice di aver chiamato addirittura i vigili del fuoco ma nonostante ciò, il palo ancora è pericolante. Circa 6/7 anni fa, sempre per il forte vento, molti pali erano pericolanti, anche quella volta intervenni, ma in veste di consigliere comunale, ed infatti ci furono interventi di messa in sicurezza di molti pali. Molti cittadini affermano di aver chiamato e segnalato ma senza riscontro, cosa si aspetta, una tragedia?”. Secondo l’esponente del Carroccio il sindaco dovrebbe incaricare gli uffici preposti e ordinare una ricognizione del territorio, per poi emettere un’ordinanza di messa in sicurezza nei confronti dei proprietari di questi pali: “A quanto pare questo fenomeno di menefreghismo da parte di Enel e Telecom è un po’ in tutta Italia, eppure parliamo di aziende che fatturano centinaia di milioni di euro”.