Il 27 aprile, i militari dell’arma del luogo, a conclusione di specifica attività investigativa, identificavano e deferivano in stato di liberta’ per i reati di “furto aggravato ed inosservanza al foglio di via obbligatorio” una 23enne di origini rumene e domiciliata a Roma presso un campo nomadi. La giovane, nella mattinata del 26 apr 19, in violazione alle prescrizioni imposte dal foglio di via obbligatorio, emesso nei suoi confronti dalla questura di Latina, si portava in una localita’ del comune di priverno, per il quale vigeva il divieto di fare ritorno per anni tre, dove, unitamente ad un’altra complice in corso di identificazione, riusciva a ottenere un passaggio a bordo dell’autovettura condotta da un 72enne. La donna, durante il tragitto, approfittando di un momento di distrazione del conducente, si impossessava del suo portafogli contenente la somma di euro 115 e vari documenti, allontanandosi subito dopo.

Carabinieri: pattuglia dell’arma con militare