Continua la marcia d’avvicinamento alla 46^ edizione della Pedagnalonga, l’evento che lo scorso anno ha radunato a Borgo Hermada (Terracina) 6.000 persone. L’appuntamento, fissato per domenica 28 aprile prossimo, è uno dei grandi eventi in programma a Terracina ed è stato presentata oggi nella sala giunta del Comune alla presenza del sindaco Nicola Procaccini, sindaco della città, che ha definito l’evento come “un pezzo di storia terracinese che ormai ha valicato i confini provinciali fino a diventare un appuntamento molto atteso”. La Pedagnalonga, che si fonda sul grande lavoro di oltre 250 volontari, si divide in due: la corsa podistica di 21 km che quest’anno è anche sede del Campionato Nazionale di mezza maratona Uisp (oltre a una gara di 10 km per gli appassionati) e la tradizionale passeggiata eno-gastronomica che è vissuta da tutti con grande allegria perché permette di camminare in compagnia nella natura e allo stesso mangiare prodotti tipici locali. “Lo sport è un veicolo molto importante per la promozione del territorio e voglio sottolineare il grande lavoro svolto dagli organizzatori per organizzare un evento così complesso” ha chiarito Stefano Alla, delegato allo sport del Comune. “Ho partecipato personalmente con i miei bimbi alla Pedagnalonga quindi so quanto sia bello trascorrere una giornata a contatto con la natura – ha aggiunto Barbara Cerilli, assessore al turismo e cultura del Comune – la partecipazione dell’Amministrazione cresce sempre di più perché è evidente quanto sia importante questa manifestazione per tutti noi”. Gli organizzatori stanno cercando progressivamente di limitare il più possibile l’impatto ambientale, per questo motivo da questa edizione sono stati introdotti: dodicimila scodelle, quindicimila bicchieri, diecimila forchette, cinquemila cucchiai e diecimila bicchieri caffè biodegradibili, questo è stato possibile grazie al contributo per l’acquisto da parte del Comune di Terracina. “Vogliamo orientarci con forza verso il plastic-free e per farlo stiamo mettendo in atto molti sforzi, in quest’ottica la Pedagnalonga farà da apripista – ha chiarito Emanuela Zappone, assessore all’ambiente – un ruolo importante poi lo svolge anche De Vizia s.p.a. l’azienda che si occupa della gestione dei rifiuti sempre molto disponibile in questo tipo di eventi”.
Per fronteggiare un numero così alto di partecipanti (si deve tenere conto che Borgo Hermada è abitata da circa 10.000 abitanti) gli organizzatori hanno messo a punto in collaborazione con il Comune e con le forze dell’ordine, un piano di sicurezza studiato nei minimi dettagli per un evento così importante. Sono previsti anche quattro maxi aree per il parcheggio degli automezzi: via delle Lestre, via dei Bonificatori della Palude Pontina, in via Nicolaj e in via Bolognini. Il quartier generale della manifestazione è in piazza IV Novembre, nel cuore del Borgo, che sarà chiusa al traffico da sabato pomeriggio fino alla sera di domenica. Michele Orlando, comandante della Polizia Locale ha invitato a un’attenzione alle indicazioni del personale sul territorio per limitare al massimo i fisiologici disagi alla circolazione che un evento così grande comporta. Importante anche il ruolo che verrà svolto da: volontari dell’associazione nazionale Polizia di Stato, Centro Operativo Circe di Terracina, Protezione Civile di Pontinia e gli altri volontari in campo per garantire lo svolgimento dell’evento.